02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
BIBLIOTECA ENOGASTRONOMICA

Il “nuovo” galateo? È firmato “Il Cucchiaio d’Argento”, in un vademecum contemporaneo e originale

Settant’anni dopo “Grazie sì, Grazie no” pubblicato negli anni Cinquanta, l’arte del ricevere si aggiorna, ma bellezza e gusto restano la prima regola
GALATEO, IL CUCCHIAIO D’ARGENTO, MISE EN PLACE, TAVOLA, Non Solo Vino
Il “nuovo” galateo secondo “Il Cucchiaio d’Argento”

In principio fu “Grazie sì, Grazie no”, volume pubblicato negli anni Cinquanta e dedicato all’arte del ricevere, che ancora adesso è bello risfogliare, per accorgersi di quante cose siano cambiate e di quanto però sia sempre importante il valore dell’accoglienza, del coccolare l’ospite sia con la bontà del cibo che con l’attenzione nei confronti dei dettagli. Settant’anni dopo, l’assunto non cambia nella sua essenza: nel nuovo “Galateo della Tavola. Arte del ricevere, mise en place, menu” de “Il Cucchiaio d’Argento”, bellezza e gusto quando si ricevono gli ospiti restano la prima regola, indipendentemente dall’occasione, più o meno formale, ma la mise en place, grazie anche ai consigli di esperti di stile come Federica Visconti, è più originale e creativa.
Un vademecum contemporaneo e originale (Editoriale Domus, 2021, pp. 256, prezzo di copertina 39,00 euro), con idee e soluzioni da mettere subito in pratica, che rinnova il galateo secondo “Il Cucchiaio d’Argento”, da sempre un’istituzione quando si parla di cucina italiana, dividendolo in due macro-capitoli: il primo vuole scacciare ogni dubbio su come si apparecchia la tavola, come servire le pietanze e come “sbarazzare” quando tutto finisce; il secondo, invece, raccoglie una selezione di 10 mise en place divise per stagioni e location, da come presentare una tavola di Natale al pic-nic, passando per il pranzo in terrazzo e le feste dei bambini.
Infine, non possono certo mancare le ricette, e nel nuovo “Galateo della Tavola” ci sono anche 20 menu completi che strizzano l’occhio sia alla tradizione che alla creatività, per essere dei perfetti padroni di casa e non prestare attenzione solo al palato. Ma anche l’orecchio vuole “la sua parte”: il sottofondo musicale, infatti, contribuisce a rendere piacevole l’atmosfera, e sul profilo Spotify de “Il Cucchiaio d’Argento” si può ascoltare la playlist perfetta.

Copyright © 2000/2022


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2022

Altri articoli