02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Jerzu, Doc Cannonau di Sardegna Josto Miglior Riserva 2015

Vendemmia: 2015
Uvaggio: Cannonau
Bottiglie prodotte: 60.000
Prezzo allo scaffale: € 18,00
Proprietà: cooperativa di soci produttori
Enologo: Franco Bernabei, Rentao Loss
Territorio: Sardegna

La cantina prende il nome dal paese dove sorge, a circa 500 metri d’altezza sul mare della costa orientale della Sardegna, nel cuore dell’Ogliastra. Inserita in un territorio di rara suggestione, tra spiagge, colline, boschi e montagne, fu fondata nell’ormai lontano 1950 da quarantacinque soci viticoltori. Jerzu è anche una delle tre sottozone della Doc Cannonau insieme a Oliena e Capo Ferrato (le uniche che possono utilizzare in etichetta sia i toponimi sia la menzione di “classico”, poiché zone storicamente di elezione e particolarmente vocate), a testimoniare, appunto, che siamo in un territorio d’elezione per la varietà più importante dell’isola, destinata ad uno sviluppo ulteriore, almeno a giudicare dai movimenti di alcuni big player tra i Nuraghi. Lo stile aziendale propone etichette territoriali, di buon carattere, declinate con tecnica precisa, che non interferisce con la personalità dei vini. Prodotto per la prima volta nel 1997, Josto Miglior, dedicato al medico condotto di Jerzu e fondatore della cantina, nasce da vigne di trenta-quarant’anni allevate ad alberello ed è affinato per un anno in barrique. La Riserva 2015 ha profumi intensi di fiori appassiti, frutta rossa matura, confettura di amarene e spezie, dal pepe alla vaniglia, passando per la cannella. In bocca è vino caldo, avvolgente e di spessore, sapido e dai tannini fitti e risolti, con chiusura ancora sul frutto.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli