02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
50 BEST RESTAURANTS

La 50 Best Restaurants in aiuto del settore della ristorazione: arriva il 50 Best Recovery Fund

La classifica più autorevole del settore sostiene i ristoratori di tutto il mondo, con raccolte fondi e un hub online con consigli e informazioni
50 BEST RECOVERY FUND, EMERGENZA CORONAVIRUS, RISTORAZIONE, WORLD'S 50 BEST RESTAURANTS, Non Solo Vino
La The World’s 50 Best Restaurants in aiuto del settore della ristorazione mondiale

Un aiuto autorevole e concreto al settore della ristorazione mondiale, che come detto in più occasioni, è uno dei settori che sta subendo di più le conseguenze del lockdown e delle misure di sicurezza intraprese dai governi di tutto il mondo, a causa della pandemia di Coronavirus: arriva dalla The World’s 50 Best Restaurants, una delle classifiche dedicate ai migliori ristoranti, e quindi chef, più importanti del mondo, che ogni anno mette in fila il fiore dell’eccellenza gastronomica del mondo, e che però ha sospeso ogni tipo di ranking per il 2020, rimandando tutto al 2021. Proprio di oggi è l’annuncio della creazione del 50 Best Recovery Fund, un vero e proprio fondo, creato con il generoso sostegno delle prime donazioni dei due marchi fondatori e sponsor dell’evento annuale, San Pellegrino e Acqua Panna, i cui soldi saranno utilizzati per supportare una serie di organizzazioni no-profit che stanno lavorando nel concreto, in diverse parti del mondo, ad aiutare la sopravvivenza e, si spera, la prossima rinascita del settore della ristorazione.
I fondi, saranno raccolti attraverso donazioni di partners della 50 Best, e anche attraverso iniziative, di cui fa parte anche la 50 Best “Bid for Recovery” Auction, a giugno, che offrirà agli amanti del cibo l’opportunità di fare offerte per esperienze gastronomiche in tutto il mondo, nei ristoranti presenti nell’elenco più recente; ma anche l’e-cookbook, intitolato “Home Comforts: semplici ricette in lockdown dai migliori chef e baristi del mondo”, che saranno scaricabili in cambio di un piccolo donazione, nonché un concorso di social media #50BestRateMyPlate aperto ai buongustai di tutto il mondo. I cuochi casalinghi saranno sfidati a preparare piatti ispirati dal libro di cucina, con le migliori, giudicate dagli chef competenti, che saranno pubblicate sui social feed di 50 Best. Una serie di iniziative, quindi per coinvolgere anche clienti, foodies e chiunque vorrà dare una amno a sostenere il settore.
Ma non finisce qui: la 50 Best lancerà anche la 50 Best Recovery Hub, una piattaforma di contenuti online che possono servire a tutti gli attori del settore, con informazioni, consigli ed ispirazioni, ma anche contenuti dedicati ai food lovers, dove potranno capire come giocare un ruolo importante nel sostenere e ricostruire l’industria della ristorazione. Inoltre, a settembre, la 50 Best ospiterà virtualmente il Recovery Summit, incontro in diversi giorni, con il chiaro intento di capire come il settore della ristorazione può tornare a prosperare ancora, in una serie di incontri, masterclass, case studies, interviste e forum, che coinvolgerà la comunità di eccellenza gastronomica di tutto il mondo, che cercheranno di esplorare visioni e possibili scenari di un mondo futuro in cui Covid-19 e ristorazione possano convivere.

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020

Altri articoli