02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
TRADIZIONE CULINARIA

“La Fiorentina, osti macellai e vini della vera bistecca”: arriva il libro dedicato alla bistecca

200 pagine, 180 fotografie inedite, il contributo di 4 tra i migliori macellai di Firenze e dintorni: storia della bistecca più famosa d’Italia
BISTECCA FIORENTINA, PITTI IMMAGINE, TASTE 2019, TRADIZIONE CULINARIA, Non Solo Vino
Presentato oggi a Taste il volume dedicato alla famosa bistecca Fiorentina

La Toscana è, come un po’ tutte le Regioni d’Italia, ricca di cultura enogastronomica: la cucina tradizionale, povera e semplice in origine, è simbolo di eccellenza made in Italy nel mondo. E tra questi, senza alcun dubbio, c’è la bistecca Fiorentina. Non un semplice “pezzo di carne”: la Fiorentina ha una storia che affonda le radici nel passato, fatta di tradizione, campagna, legame con Firenze e le campagne, razze animali, selezione, cura della materia prima, e che arriva, o almeno punta, al riconoscimento a Patrimonio Immateriale Unesco. Tutto questo, è racchiuso in un libro, primo sull’argomento, presentato proprio oggi a Taste, il salone firmato Pitti Immagine che trasforma Firenze nella capitale del gusto, nel corso dei tradizionali Taste Ring, moderati dal gastronauta Davide Paolini. È “La Fiorentina, osti macellai e vini della vera bistecca”, 200 pagine scritte dal critico enogastronomico Aldo Fiordelli, con la prefazione del giornalista e critico Allan Bay, con più di 180 fotografie inedite, edito da Gruppo Editoriale.

Il viaggio parte dall’allevamento dove è ufficialmente nata la Chianina, spiegando le migliori razze di carne in commercio, e passa poi attraverso il contributo sui migliori tagli di bistecca da parte di quattro macellai tra i migliori di Firenze e dintorni, presenti anche alla presentazione del libro: Dario Cecchini, della famosa Officina della Bistecca di Panzano, Stefano Bencistà Falorni dell’Antica Macelleria Falorni di Greve in Chianti, Simone Fracassi, proprietario della Macelleria Fracassi, nel Casentino, e Luca Menoni, con la sua macelleria a Firenze. L’autore, poi affronta le tipicità del piatto con il maestro dell’Accademia dei beccai, Vasco Tacconi.
E non solo: il libro è anche una sorta di guida ai migliori ristoranti e alle migliori trattorie dove si mangia Fiorentina. La novità è, che la selezione non si limita alla “madre patria” Firenze, dove ci sono ben 23 locali, ma anche in tutta la Toscana, a Milano, a Londra, a Parigi e a New York. Ogni ristorante viene descritto con curiosità e aneddoti legati a questo viaggio tra le Fiorentine, compresi i piatti da ordinare nell’attesa della bistecca, ma anche il miglior vino toscano da abbinare, per godersi la Fiorentina a tutto tondo.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli