02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

La Rasina, Docg Brunello di Montalcino 2016

Vendemmia: 2016
Uvaggio: Sangiovese
Bottiglie prodotte: 29.000
Prezzo allo scaffale: € 42,00
Proprietà: Marco Mantengoli
Enologo: Paolo Caciorgna
Territorio: Montalcino

La Rasina nasce negli anni Settanta ad opera di Santi Mantengoli, ma solo nella seconda metà degli anni Ottanta, con le redini aziendali passate a Vasco, il lavoro venne indirizzato compiutamente verso l’attività vitivinicola. Dal 1988, infatti, il comparto stava evolvendo rapidamente, pronto al balzo che l’ha condotto ai successi attuali. Dal 1997 la conduzione è passata a Marco Mantengoli, che affianca le la tecnologia moderna all’esperienza accumulata dai suoi predecessori. L’estensione complessiva dell’azienda è di 45 ettari di cui 11 a vigneto (età dei ceppi compresa tra i e i 25 anni), tutti situati sul versante nord-est del quadrante della denominazione. 6 le etichette prodotte, per un totale medio di 50.000 bottiglie, a partire da un Sangiovese ad Igt (dalle vigne più giovani), 2 Rosso di Montalcino (annata e selezione) e 3 Brunello (selezione, Riserva e “base”). L’impostazione stilistica è tendenzialmente classica, con gli affinamenti effettuati in legni di varia misura, che originano vini di buona definizione e di fattura ineccepibile, non privi anche di personalità e carattere. Come il Brunello di Montalcino 2016, dai profumi balsamici dell'alloro e quelli fruttati di ciliegia e chinotto, arricchiti da vaniglia e violetta; il sorso si muove piacevole, esordendo dolce e sapido, poi decisamente aderente lasciando quindi una bocca pulita, salina, leggermente amara e gustosa di ciliegia.

Copyright © 2000/2021


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2021

Altri articoli