02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
LA CLASSIFICA

“Les 100 Chefs”: Arnaud Donckele (La Vague d’Or di Saint Tropez) n. 1

Nel “Pallone d’Oro” dell’alta cucina, dove a votare sono i 2 e 3 stelle Michelin del mondo, Enrico Crippa (Piazza Duomo di Alba) primo degli italiani
Alajmo, ALTA CUCINA, BAIOCCO, BOTTURA, CRACCO, CRIPPA, LES 100 CHEFS, Michelin, SANTINI, Non Solo Vino
Enrico Crippa con il Piazza Duomo di Alba primo italiano nella Les 100 Chefs

Archiviata l’euforia per il decimo tristellato Michelin d’Italia, Mauro Uliassi con il Ristoranti Uliassi di Senigallia, incoronato dall’edizione italiana 2019 della “Rossa” (insieme al St. Hubertus di Norbert Niederkofler, al Piazza Duomo di Alba di Enrico Crippa, Da Vittorio a Brusaporto dei fratelli Cerea, Dal Pescatore a Canneto Sull’Oglio della famiglia Santini, Reale a Castel di Sangro di Niko Romito, Enoteca Pinchiorri a Firenze di Giorgio Pinchiorri e Annie Feolde, Osteria Francescana a Modena di Massimo Bottura, La Pergola del Rome Cavalieri di Heinz Beck e Le Calandre a Rubano dei fratelli Alajmo), per l’Italia dell’alta ristorazione, arriva un risultato non eccezionale nella classifica “Les 100 Chefs” del magazine francese “Le Chef”, una sorta di “Pallone d’Oro” della cucina mondiale dove a votare sono gli stessi protagonisti, gli chef 2 e 3 stelle Michelin di tutto il mondo, che consigliano i ristoranti dei colleghi che vanno assolutamente visitati.
Una classifica, annunciata nei giorni scorsi nello “Chef World Summit 2018” nei giorni scorsi nel Principato di Monaco, che ha incoronato al vertice Arnaud Donckele con il La Vague d’Or di Saint Tropez,
seguito da Michel Troisgros con la Maison Troisgros Restaurant a Ouches, entrambi in Francia e ancora, sul podio, Jonnie Boer del De Librije a Zwolle, nei Paesi Bassi.
Primo degli Italiani è Enrico Crippa, al n. 26, seguito da Nadia Santini al n. 38, e da Massimiliano Alajmo al n. 40. Massimo Bottura, attuale n. 1 della “World’s 50 Best Restaurants 2018”, si piazza alla posizione n. 57, seguito da Stefano Baiocco, 2 stelle Michelin con il Villa Feltrinelli a Gargnano, al n. 63, con Carlo Cracco al n. 92, a chiudere con il suo nuovo ristorante nella Galleria Vittorio Emanuele II a Milano.
Tra i Paesi, Francia ampiamente in testa con 36 ristoranti segnalati, davanti alla Spagna con 10 e agli Usa con 9.

Focus - La “Top 10” de “Les 100 Chefs” e gli italiani in classifica

1 - Arnaud Donckele - La Vague d’Or (Saint Tropez, Francia)
2 - Michel Troisgros - Maison Troisgros - (Ouches, Francia)
3 - Jonnie Boer - De Librije - (Zwolle, Paesi Bassi)
4 - Yannick Alleno - Alleno Paris (Parigi, Francia)
5 - Seiji Yamamoto - Nihonryori Ryugin (Tokyo, Giappone)
6 - Paul Pairet - Ultraviolet (Shanghai, Cina)
7 - Emmanuel Renaut - Flocons De Sel (Megève, Francia)
8 - David Kinch - Manresa (Los Gatos, California, Usa)
9 - Alexandre Couillon - La Marine (Noirmoutier-en-l'Île, Francia)
10 - Rene Redzepi - Noma (Copenhagen, Danimarca)
26 - Enrico Crippa - Piazza Duomo (Alba)
38 - Nadia Santini - Dal Pescatore (Canneto sull’Oglio)
40 - Massimiliano Alajmo - Le Calandre (Rubano)
57 - Massimo Bottura - Osteria Francescana (Modena)
63 - Stefano Baiocco - Villa Feltrinelli (Gargnano)
92 - Carlo Cracco - Cracco - Milano

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli