02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
FOOD

Lewis Hamilton con “Neat Burger” scommette sulla ristorazione con gli hamburger senza carne

Il primo negozio della catena aprirà a Londra il 2 settembre a due passi da Regent Street. Altri 14 inizieranno la loro attività nei prossimi 12 mesi
LOUIS HAMILTON, RISTORAZIONE, Non Solo Vino
Louis Hamilton investe nella ristorazione e nella "carne-non carne"

Con il suo stile di guida e una formidabile abilità al volante è entrato nella leggenda della Formula 1 - per lui parlano i cinque titoli mondiali in bacheca, il record delle pole position e un palmares già così ricco da poter ambire a diventare il pilota più vincente di sempre - ma adesso Lewis Hamilton punta a rivoluzionare anche l’industria del fast food. Il pilota britannico collaborando con il gruppo di ospitalità The Cream Group e Tommaso Chiabra, uno degli investitori di Beyond Meat, ha lanciato l’idea imprenditoriale della catena “Neat Burger”, con il primo negozio che aprirà a Londra il 2 settembre a due passi da Regent Street. Non sarà l’unico perché nei prossimi 12 mesi sono previste altre 14 aperture. “Neat Burger” servirà hamburger creati appositamente dal loro team di chef in collaborazione con Beyond Meat. L’obiettivo è quello di proporre, anche ai mangiatori di carne, piatti più sostenibili, sani ed etici. Il cuore del menù saranno i prodotti “The Neat”, “The Cheese”, “The Chick’n’” e “The Hot Dog” con contorni classici, come le patitine fritte e di patata dolce, e crocchette di patate tutto plant based e impacchettato con soli materiali riciclabili. Tra le bibite proposte c’è Just Water, il marchio eco-consapevole lanciato da Jaden Smith nel 2018, oltre ad altre bibite etiche come le soda Lemonaid e frullati a base di cocco o soya. L’imprenditore italiano Tommaso Chiabra, uno dei primi sostenitori di Beyond Meat afferma: “L’industria della carne contribuisce in modo significativo alle emissioni di gas e il suo impatto ambientale non è più sostenibile insieme alla crescita della popolazione. Neat Burger mira a sconvolgere l’industria alimentare non sostenibile e diventare la scelta migliore per la nostra salute e per l’ambiente”.
Hamilton, che non mangia carne, è pronto a vincere anche questa nuova sfida: “Credo nel fatto che dobbiamo essere più gentili con il nostro universo e rispetto l’impegno di “Neat Burger” a favore di pratiche più etiche e di supporto alle piccole imprese, è una cosa che sono molto orgoglioso di sostenere. Ma riguarda anche il prodotto. Essendo una persona che segue una dieta a base vegetale, credo che abbiamo bisogno di un’opzione di fast food più sana che abbia un sapore straordinario ma offra anche qualcosa di eccitante a coloro che vogliono mangiare senza carne ogni tanto. Beyond Meat è un partner incredibile e non vedo l'ora di lavorare con il team per espandere “Neat Burger” a livello internazionale”.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli