02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
OLIO

L’olio, come il vino, racconta il territorio e si valorizza … vendendolo in cofanetto

Con la nuova campagna olearia alle porte, il Consorzio Opera Olei propone sei oli monovarietali prodotti nelle zone più pregiate d’Italia

L’olio è uno dei simboli dell’eccellenza Made in Italy, custodisce sapienze e tradizioni, racconta tanti territori di un’Italia leader assoluta nel mondo per denominazioni certificate (43 Dop e 4 Igp), primo per consumi al mondo e secondo per produzione, e si può valorizzare, per esempio, vendendolo in cofanetto, come le più pregiate bottiglie di vino.
Con la nuova campagna olearia alle porte - in anticipo rispetto al solito, di buona qualità ma in calo del 22% a causa principalmente dalle anomalie climatiche, dal maltempo alla siccità, che hanno colpito soprattutto le regioni del sud, senza dimenticare gli effetti della Xylella che ha di fatto devastato gran parte degli uliveti del Salento, per una produzione stimata di circa 287 milioni di chili (erano 366 milioni nel 2019) - il Consorzio Opera Olei, che riunisce sei aziende di olio extra vergine d’oliva tra le più prestigiose e storiche del territorio italiano, dal Trentino (Azienda Agraria Riva del Garda) alla Sicilia (Frantoi Cutrera), dalla Toscana (Frantoio Franci) all’Umbria (Azienda Agraria Viola), dalla Puglia (Mimì) alla Calabria (Olearia San Giorgio), promuoverà nei prossimi mesi il cofanetto Opera Olei contenente sei oli monocultivar, ovvero monovarietali, al 100% italiani, prodotti e lavorati nelle rispettive Regioni di appartenenza: un vero e proprio viaggio alla scoperta dei sapori e dei profumi dell’Italia dell’olio di qualità.
Ed i numeri dell’“oro verde” sono importanti sia dal punto economico che occupazionale: oltre 400.000 le aziende specializzate, il maggior numero di oli extravergine a denominazione e un patrimonio che è anche paesaggistico, con oltre 250 milioni di piante e 533 varietà di olive, “il più vasto tesoro di biodiversità del mondo”, ha ricordato Coldiretti.

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020

Altri articoli