02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Maison Anselmet, Vino Rosso Le Prisonnier 2019

Vendemmia: 2019
Uvaggio: Petit Rouge, Cornalin, Fumin, Mayolet
Bottiglie prodotte: 1.000
Prezzo allo scaffale: € 80,00
Azienda: Maison Anselmet
Proprietà: Giorgio Anselmet
Enologo: Giuseppe Caviola
Territorio: Valle d'Aosta

Affinato in barrique per 18 mesi e ottenuto da uve leggermente appassite delle varietà Petit Rouge, Cornalin, Fumin e Mayolet, Le Prisonnier 2019 possiede colore rosso rubino brillante, dai riflessi purpurei. Al naso, si succedono aromi di frutta rossa matura, erbe aromatiche, tocchi balsamici e di sottobosco, con cenni affumicati e speziati a rifinitura. In bocca, il sorso è ampio e sontuoso, dalla trama tannica fitta e ben profilata, fino ad un finale persistente e contrastato. La storia di Maison Anselmet comincia nel 2001, dopo che, nel 1970, Renato Anselmet, padre di Giorgio oggi al timone della cantina insieme alla moglie Bruna e ai figli Henri, Stephanie e Arline, decide di produrre vino non solo per l’autoconsumo. Anno dopo anno, sono stati selezionati i vitigni, ampliata la superficie dei vigneti e aumentata la produzione in termini quantitativi e qualitativi, trasformando una piccola azienda familiare in un punto di riferimento della viticoltura valdostana. Oggi, l’azienda, situata a Villeneuve a sud-ovest di Aosta, produce complessivamente 80.000 bottiglie, dagli 11,5 ettari di vigneto, di cui una buona fetta si trova sulla collina di Torrette, tra i 780 e gli 830 metri di quota. La filosofia aziendale punta soprattutto su varietà quali Chardonnay, Pinot Nero, Syrah, ma anche sulle locali Moscato, Petite Arvine e Fumin, presentando un’articolata offerta di etichette ben eseguite.

(are)

Copyright © 2000/2022


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2022

Altri articoli