02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Mandrarossa, Doc Sicilia Fiano Ciaca Bianca 2020

Vendemmia: 2020
Uvaggio: Fiano
Bottiglie prodotte: 60.000
Prezzo allo scaffale: € 8,00
Proprietà: cooperativa di soci produttori
Enologo: Mimmo De Gregorio
Territorio: Sicilia

Un nome onomatopeico che suona come l’onda che si ritira da una battigia di ciottoli rotondi, una certa “iodosità” marina al naso “rimpolpata” dalla pesca bianca, arricchita da note agrumate di pompelmo e vegetali di basilico e alloro fresco. Ciaca Bianca - in dialetto “pietra bianca” - è in Sicilia uno dei pochissimi Fiano in purezza, che Mandrarossa, marchio di punta di Cantine Settesoli, produce dal 2004. Vitigno italico in “regione straniera”, interagisce con il pedoclima del luogo, e viene segnato dai terreni calcarei di pietra bianca e dalle brezze marine che accarezzano l’entroterra di Menfi (AG) a 200 metri sul livello del mare. Qui insistono i vigneti non a caso, ma dopo 20 anni di mappature dei suoli, di studio del suo comportamento in campi sperimentali in aree differenti. È a metà degli anni 80 che Cantine Settesoli ha iniziato a studiare i vitigni dell’isola insieme a quelli italiani e internazionali. E il Fiano - che, per inciso, accompagna per il 70% lo Chenin Blanc nel Santannella, per la nona volta Tre Bicchieri Gambero Rosso - in terra siciliana assume una distintività non solo aromatica, ma anche gustativa. La semi-aromaticità tipica del Fiano è bilanciata in Ciaca Bianca dalle note olfattive peculiari; il sorso colpisce per sapidità e freschezza che lo rendono adatto anche ad abbinamenti difficili, come con i carciofi. Fa solo acciaio e dà il meglio di sé da giovane.

(Clementina Palese)

Copyright © 2000/2022


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2022

Altri articoli