02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Masciullo, Salento Igt Susumaniello 2016

Vendemmia: 2016
Uvaggio: Susumaniello
Bottiglie prodotte: 2.000
Prezzo allo scaffale: € 13,00
Proprietà: famiglia Zullo-Dimaglie
Enologo: Mariarita e Alessandro Zullo
Territorio: Salento

Piano piano sono diventati grandi: anche se, a dirla tutta, non è che prima fossero proprio tanto piccoli! È indubbio però che al di là della superficie viticola, corrispondente comunque a quarantacinque ettari (di circa cento complessivi), tutto il resto è venuto gradualmente: dopo l’acquisto della tenuta, risalente al 1996, e con la ristrutturazione dei vecchi spazi comuni coperti e il ripensamento qualitativo dei vigneti, oggi fra l’altro condotti ufficialmente sotto l’egida del biologico. Siamo in una cantina sorta dalle stalle di una vecchia masseria del Brindisino (datata diciassettesimo secolo) grazie allo spirito imprenditoriale, ma soprattutto appassionato, della famiglia Zullo-Dimaglie: che ancora la conduce dopo aver provveduto anche alla costruzione di un impianto di vinificazione, operativo dall’annata 2015, con papà Luciano a fungere da agronomo e Mariarita e Alessandro in cantina. Alto Salento, quindi, con prevalenza di Negroamaro e di altre uve autoctone, a parte la divagazione pur discreta dello Chardonnay: unica variante internazionale rispetto alle uve di proprietà, di cui una cospicua parte viene conferita anche ad altri imbottigliatori. Questo Susumaniello, rosso dal solido recupero territoriale, muove al naso floreale, speziato e delicatamente erbaceo, con rimandi fruttati alla prugna e alla visciola. In bocca risulta fresco e dalla gradevole nota tannica.

(Fabio Turchetti)

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli