02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
CONGRESSO ASSOENOLOGI N. 73

Mercati, tecnologia, cultura, degustazioni: ecco il programma del Congresso n. 73 di Assoenologi

A Trieste, dal 5 all’8 luglio, gli enologi del Belpaese, guidati da Riccardo Cotarella, affrontano le sfide del futuro, tra mercati e comunicazione
ASSOENOLOGI, CONGRESSO, Italia
Il presidente Assoenologi Riccardo Cotarella

Il mercato della Cina raccontato dalla giornalista e wine educator Sophie Liu, la Svizzera secondo Luigi Zanini, presidente Zanini Vinattieri, gli Stati Uniti visti con gli occhi di Leonardo LoCascio, fondatore Winebow, tra gli importatori di spicco del mercato Usa, le caratteristiche della Germania presentate da Konstantin Pechtl, responsabile acquisto vini italiani Weinwelt - Mack & Schühle ed i segreti della Gran Bretagna svelati da David Gleave, presidente Liberty Wines: il 6 luglio, nel primo giorno del Congresso n. 73 di Assoenologi (a Trieste dal 5 all’8 luglio) il focus sarà tutto sui mercati, compreso quello italiano, sviscerato da Stefano Leone, direttore vendite Gruppo Antinori.
Il giorno successivo, il 7 luglio, l’attenzione si sposta sugli ambiti della tecnologia e della cultura del vini e del cibo: la professoressa Viviana Corich, docente di microbiologia all’Università degli Studi di Padova, parlerà delle nuove tecnologie per la produzione di vini a bassa gradazione alcolica e, in particolare, dell’impiego di lieviti non-Saccharomyces. Angelo Gaja, le Roi del Barbaresco, presenta il marketing del vino secondo lui, del cambiamento climatico e dell’importanza dei piccoli produttori. Quindi, Carlo Petrini, fondatore di Slow Food, che ha fatto dell’etica, della condivisione, partecipazione ed equità gli elementi fondamentali dell’approccio al vino e al cibo quotidiano. Il senatore Dario Stefàno, invece, illustrerà il suo progetto di legge sull’Enoturismo, il cui emendamento è stato approvato nell’ultima legge di bilancio. Infine, Paolo Marchi, ideatore di Identità Golose, parlerà dell’iniziativa “2018: anno della cultura e del cibo italiano”, proclamato dai Ministeri delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali e dei Beni culturali e del Turismo, tra manifestazioni, iniziative, eventi legati alla cultura e alla tradizione enogastronomica dell’Italia.
Non mancheranno le grandi degustazioni, con i vini del Friuli Venezia Giulia protagonisti il 7 luglio, con un focus particolare alle etichette dei due patriarchi della viticoltura della Regione, Livio Felluga e Angelo Jermann, presentate da Luciano Ferraro del Corriere della Sera e dal presidente Assoenologi Riccardo Cotarella. Da segnalare, ancora il 7 luglio, la serata di chiusura nella cornice del Teatro Lirico Giuseppe Verdi, con il talk show di Bruno Vespa che, con Oliviero Toscani, fotografo e vignaiolo in Toscana, e Riccardo Illy, imprenditore triestino del caffè e del vino, con la griffe del Brunello di Montalcino Mastrojanni, parleranno di impresa e comunicazione.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli