02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Monacesca, Doc Verdicchio di Matelica 2020

Vendemmia: 2020
Uvaggio: Verdicchio
Bottiglie prodotte: 120.000
Prezzo allo scaffale: € 12,50
Proprietà: Aldo Cifola, Manfredo Pennazzi
Enologo: Roberto Potentini
Territorio: Matelica

La cantina Moncesca nasce nel 1966 ad opera di Casimiro Cifola nella contrada omonima, toponimo originato nel 900 d.c. grazie ad un piccolo insediamento di Monaci Benedettini. Gli ettari sono 60, di cui 33 adibiti a vigna, tutti disposti intorno al piccolo borgo in cui ha sede l'azienda. Questo luogo si trova nel territorio di Matelica, unica valle delle Marche disposta in linea Nord-Sud, che subisce - godendone - la totale assenza di venti marini da est, imprimendo potenza e sapidità ai grappoli che vi crescono. Caratteristiche che Monacesca cerca di preservare, ad esempio, in vigna: qui dal 2000 tutte le viti di proprietà originano da una lunga selezione massale, che rende il patrimonio viticolo dell'azienda unico; in cantina, invece, si assecondano i tempi lunghi fermentazione e di maturazione, dando (soprattutto) al Verdicchio la possibilità di esprimere tutta la sua pienezza di aromi e struttura. Alla Monacesca coltivano anche Syrah e Chardonnay (da cui ottengono due etichette mono-varietali) e Sangiovese e Merlot, vinificate in blend rosso e rosato. Il Verdicchio lo declinano in 3 versioni: la riserva Mirum da surmaturazione, la selezione Terra di Mezzo e il Matelica annata, che proviene da 17 ettari di vigneto a 400 metri s.l.m., etichetta più rappresentativa dell'azienda: morbido e denso, ha un forte carattere agrumato e ispido che contrasta col suo lato minerale e dolce, ammandorlato nel finale.

(ns)

Copyright © 2000/2022


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2022

Altri articoli