02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
TURISMO DI LUSSO

Ospitalità e alta ristorazione: Cannavacciuolo, con “Villa Crespi”, n. 1 in “50 Top Italy Luxury”

Nasce la classifica alle migliori strutture italiane di hotellerie con ristorazione di alto livello. In testa Campania, Sicilia e Toscana

Antonino Cannavacciuolo, con il suo Relais & Chateaux Villa Crespi (Orta San Giulio, Novara), che ospita il suo ristorante due stelle Michelin, sale sul gradino più alto della “50 Top Italy Luxury”, la nuova classifica curata da Barbara Guerra, Luciano Pignataro e Albert Sapere, che mette in fila le migliori 50 strutture esclusive italiane del mondo dell’ospitalità - hotel, relais, residenze di charme che al proprio interno abbiano anche un ristorante di alto livello e un servizio food & beverage di standard elevato. Al secondo posto, il Grand Hotel a Villa Feltrinelli (Gargnano, Brescia), che vede al suo interno il ristorante Villa Feltrinelli di Stefano Baiocco, terzo posto per Borgo Egnazia (Savelletri di Fasano, Brindisi), che accoglie il ristorante Due Camini diretto dallo chef Domingo Schingaro, in una graduatoria che a livello regionale vede primeggiare, con 15 strutture, la Campania, seguita da Sicilia (7), Toscana (6), Lombardia e Lazio (5), Trentino Alto Adige (2) e Veneto (2). Una struttura per Piemonte, Puglia, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Umbria, Valle d’Aosta, Calabria e Basilicata.
Il Relais & Chateaux Villa Crespi, con Stefania Siani, ottiene anche il premio speciale di miglior General Manager. La migliore Carta dei Vini va a Villa Feltrinelli, Grand Hotel a Villa Feltrinelli (Gargnano, Brescia), il premio Innovazione e Sostenibilità a Due Camini, Borgo Egnazia (Savelletri di Fasano, Brindisi), la migliore Prima Colazione a Imago, Hotel Hassler Roma (Roma), il Best Brunch a Francescana at Maria Luigia, Casa Maria Luigia (Modena), il miglior Servizio del Caffè a Casa Vissani (Baschi, Terni), la migliore Accoglienza al Ristorante Belvedere, Caruso - A Belmond Hotel (Ravello, Salerno) e il Best Design a Li Galli Restaurant, Villa Franca Positano (Positano, Salerno).
“Recenti studi offrono la conferma di come e quanto il segmento lusso sia in crescita - spiegano Barbara Guerra, Luciano Pignataro e Albert Sapere, a capo della guida - e questo vale ancor di più per il settore alberghiero, dove esiste un pubblico assai attento a quei particolari che fanno la differenza nel mondo dell’hospitality top level. Il tutto senza dimenticare che il 62% dei turisti stranieri mette l’enogastronomia al primo posto tra i motivi per visitare l’Italia (Fonte Enit). Abbiamo unito i vari dati raccolti ed è nata così 50 Top Italy Luxury”.
Una graduatoria stilata seguendo vari parametri: cucina in grado di soddisfare anche il palato del gourmet più esigente, servizio in sala, livello della colazione, bellezza della struttura, grado dell’accoglienza, personale adibito alla cura della clientela ed elementi extra come aperitivi, room service, possibilità di usufruire di aree dedicate a wellness e beauty. Tutti fattori passati al vaglio da un panel di alto profilo, costituito da esperti enogastronomi con una particolare sensibilità verso il mondo del lusso. Agli elementi che costituiscono la squadra di giudici è stato chiesto il vincolo di riservatezza e anonimato, oltre al pagamento del conto, altro dogma del gruppo Top 50. Al termine del primo giro di visite si è proceduto a un nuovo sondaggio che ha fornito la classifica definitiva.
“Negli ultimi anni - concludono i direttori della guida - il mercato del lusso è risultato uno dei pochi in costante crescita con cifre sbalorditive, secondo i dati del Worldwide Market Monitor, organo di monitoraggio della Bain & Company. La pandemia ha segnato una brusca interruzione di questa ascesa, ma basta leggere il recente sondaggio di Deloitte, secondo il quale il 70% dei fondi di investimento globale sta valutando di puntare le loro fiches su questo segmento, per comprendere quanto roseo si prospetti l’orizzonte per il luxury. E l’Italia è certamente una delle mete più ambite. La nostra guida vuole essere un utile strumento per chi vuole concedersi il meglio in termini di ospitalità, accoglienza, bellezza e qualità della ristorazione e dei servizi”.

Focus: la classifica completa di 50 Top Italy Luxury 2022
1 - Relais & Chateaux Villa Crespi, Villa Crespi - Orta San Giulio
2 - Grand Hotel a Villa Feltrinelli, Villa Feltrinelli - Gargnano
3 - Borgo Egnazia, Due Camini - Savelletri di Fasano
4 - Rosa Alpina, St. Hubertus - San Cassiano in Badia
5 - Hotel Hassler Roma, Imàgo - Roma
6 - La Dimora, Da Vittorio - Brusaporto
7 - Mandarin Oriental Milan, Seta by Antonio Guida - Milano
8 - Casa Maria Luigia, Francescana at Maria Luigia - Modena
9 - Brunelleschi Hotel, Santa Elisabetta - Firenze
10 - Grand Hotel Duchi d’Aosta, Harry’s Piccolo - Trieste
11 - Casa Vissani, Casa Vissani - Baschi
12 - Palazzo Venart Luxury Hotel, Glam - Venezia
13 - Grand Hotel Royal e Golf, Petit Royal - Courmayeur
14 - Hotel Eden, La Terrazza - Roma
15 - Aman Venice, Arva - Venezia
16 - Grand Hotel Principe di Piemonte, Il Piccolo Principe - Viareggio
17 - Il San Pietro di Positano, Zass - Positano
18 - Four Seasons Hotel Firenze, Il Palagio - Firenze
19 - Il San Corrado di Noto, Principe di Belludia - Noto
20 - Punta Tragara Hotel, Le Monzù - Capri
21 - Hotel Il Pellicano, Il Pellicano - Porto Ercole
22 - Grand Hotel Timeo - A Belmond Hotel, Otto Geleng - Taormina
23 - Terra - The Magic Place, Terra - Sarentino
24 - Capri Palace Jumeirah, L’Olivo - Capri
25 - Romeo Hotel, Il Comandante Restaurant - Napoli
26 - Principe Forte dei Marmi, Lux Lucis - Forte dei Marmi
27 - Therasia Resort Sea & Spa, Il Cappero - Lipari
28 - Locanda Don Serafino Relais & Châteaux, Locanda Don Serafino - Ragusa
29 - Regina Isabella Resort, Indaco - Lacco Ameno
30 - The Ashbee Hotel, St. George Restaurant by Heinz Beck - Taormina
31 - Hotel Signum, Signum - Malfa Salina
32 - Caruso - A Belmond Hotel, Ristorante Belvedere - Ravello
33 - L’Andana-Tenuta La Badiola, La Trattoria Enrico Bartolini - Castiglione della Pescaia
34 - Palazzo Avino, Rossellinis - Ravello
35 - Hotel Villa Cimbrone, Il Flauto di Pan - Ravello
36 - Savoy Beach Hotel, Tre Olivi - Capaccio Paestum
37 - Il Sereno Hotel, Berton Al Lago - Torno
38 - Hotel Le Agavi, La Serra - Positano
39 - San Barbato Resort Spa & Golf, Don Alfonso 1890 San Barbato - Lavello
40 - Antonello Colonna Resort & Spa, Antonello Colonna Labico - Labico
41 - Villa Laetitia, Enoteca La Torre - Roma
42 - Zash Country Boutique Hotel, Zash - Riposto
43 - Laqua Countryside, Laqua Countryside - Vico Equense
44 - Vilòn Luxury Hotel, Adelaide - Roma
45 - Bianca Relais, Bianca sul Lago by Emanuele Petrosino - Oggiono
46 - Villa Franca Positano, Li Galli Restaurant - Positano
47 - Hotel Santa Caterina, Ristorante Glicine - Amalfi
48 - Grand Hotel Parker’s, George Restaurant - Napoli
49 - Monastero Santa Rosa Hotel & Spa, Il Refettorio - Conca dei Marini
50 - Biafora Resort & Spa, Hyle - San Giovanni in Fiore

Copyright © 2000/2021


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2021

Altri articoli