02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Paolo e Noemia d'Amico, Dop Orvieto Noe 2017

Vendemmia: 2017
Uvaggio: Grechetto, Trebbiano, Pinot Grigio
Bottiglie prodotte: 50.000
Prezzo allo scaffale: € 8,00
Proprietà: Paolo e Noemia d'Amico
Enologo: Guillaume Gelly
Territorio: Orvieto

Fondata nel 1985 dai coniugi Paolo e Noemia d’Amico, la cantina omonima si trova nel cuore della Tuscia, nella valle del Tevere, in una zona di confine tra tre Regioni: Lazio, Umbria e Toscana. 26 gli ettari vitati per una produzione media di 130.000 bottiglie, ottenute sia da varietà locali, in minoranza, che internazionali, quali Chardonnay, Grechetto, Pinto Grigio, Semillon, Sauvignno, Procanico, Trebbiano, Merlot, Syrah, Pinot Nero e Cabernet Franc, per una gamma di etichette articolata e tendenzialmente di buona qualità; senz'altro più con la produzione bianchista che con quella rossista a caratterizzare la cantina con sede a Vaiano. Restando sul lato umbro del portafoglio prodotti di Paolo e Noemia d’Amico ci sembra interessante la loro interpretazione dell'Orvieto. Il Noe 2017, ottenuto in un'annata complicata specie per le temperature in alcuni momenti torride, sembra tuttavia aver colpito nel segno, mantenendo le caratteristiche principali del sorso del bianco orvietano: semplicità e piacevolezza. I profumi di fiori bianchi e frutta a polpa bianca sono leggermente appassiti nel primo caso e ben maturi nel secondo, ma riescono a mantenere anche un'adeguata fragranza oltre che definizione e pulizia. In bocca, il vino ha attacco dolce e sviluppo continuo e tendenzialmente morbido, con la sapidità protagonista a lasciare scorrere un sorso di buon contrasto e di golosa bevibilità.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli