02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Poggio Scalette, Alta Valle della Greve Igt Il Carbonaione 2015

Vendemmia: 2015
Uvaggio: Sangiovese
Bottiglie prodotte: 28.000
Prezzo allo scaffale: € 45,00
Azienda: Poggio Scalette
Proprietà: Adriana Assié di Marcorà e Vittorio Fiore
Enologo: Vittorio e Jurji Fiore
Territorio: Chianti Classico

Poggio Scalette è la “casa” di Vittorio Fiore, enologo di fama alta e chiara, abilità poliedriche e trascorsi variegati, e di sua moglie Adriana. Un proprietà costruita in due tempi, a partire dal 1991, con acquisizioni successive che hanno portato l’azienda fino all’attuale superficie vitata (15 ettari) cui si aggiungono uliveto, bosco e seminativo, a comporre un complesso agricolo completo e articolato. Ma è chiaro dove batte principalmente il cuore del trio (alla coppia di cui sopra va aggiunto l’apporto dinamico e professionale di Jurji, figlio di Vittorio e a sua volta enologo): è lì dove maturano le uve, e fra tutte il coccolato Sangiovese, spina dorsale del Chianti di casa e in defilé trionfale e assoluto nel Carbonaione, “il” vino di Vittorio Fiore (che non a caso firma in oro le sue bottiglie in etichetta). Un vino ottenuto da vigne ultraottantenni, fine e singolare, come è nello stile del suo mentore: che mescola con classe i sentori più prevedibili per la tipologia, quelli di frutta rossa e nera, a ricordi aromatici di piante officinali e nuance floreali davvero eleganti. Fine e setosa anche la trama tannica, ben evoluta nei 14 mesi di permanenza in tonneau, spalmabile al palato e avvolta da un corpo che l’annata ha nutrito a dovere. Un vino già pienamente godibile, ma che - scattante ed evolutivo com’è - darà certo altre gioie, e il meglio di sé, di qui a qualche anno.

(Antonio Paolini)

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli