02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Quintodecimo, Doc Irpinia Aglianico Terra d'Eclano 2016

Vendemmia: 2016
Uvaggio: Aglianico
Bottiglie prodotte: 15.786
Prezzo allo scaffale: € 40,00
Azienda: Quintodecimo
Proprietà: Laura e Luigi Moio
Enologo: Luigi Moio
Territorio: Irpinia

L’azienda di Luigi Moio, ordinario di enologia dell’Università Federico II di Napoli e punto di riferimento per molte aziende vitivinicole della Campania, è una di quelle realtà vitivinicole che non lascia nulla al caso. Un approccio che, evidentemente, continua a servire da modello per una Regione dalle grandi potenzialità, tuttavia ancora non espresse completamente. Tornando a Quintodecimo si tratta dell'azienda di famiglia, anzi è prima di tutto la casa della famiglia Mojo, e si trova a Mirabella Eclano, in Irpinia, areale decisamente di grande vocazionalità e suggestione. Gli ettari vitati sono 16 per una produzione media di 50.000 bottiglie. Lo stile delle etichette è, manco a dirlo, di ineccepibile fattura e tecnicamente inappuntabile, dalla cifra sobriamente moderna e con posizionamento di prezzo ambizioso. Protagonisti assoluti sono i vitigni simbolo della Campania enoica: Falanghina, Greco, Fiano e Aglianico, declinati sotto le relative denominazioni. Il Terra d’Eclano, Aglianico in purezza, nasce dalle uve di cinque distinti vigneti ed è affinato in barrique nuove e di secondo passaggio per 12 mesi. La versione 2016 ha colore rubino scuro. Al naso incrocia profumi di frutti di bosco, prugne, liquirizia e polvere di caffè. Al palato, il vino possiede consistenza avvolgente con tannini morbidi ma serrati, sviluppo denso e largo e finale dalle belle note balsamiche e speziate.

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020

Altri articoli