02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Rocche Costamagna, Docg Barolo Rocche dell’Annunziata Bricco Francesco Riserva 2016

Vendemmia: 2016
Uvaggio: Nebbiolo
Bottiglie prodotte: 3.772
Prezzo allo scaffale: € 60,00
Proprietà: Alessandro Locatelli
Enologo: Alessandro Locatelli, Lorenzo Quinterno
Territorio: Barolo

Rocche Costamagna ha una storia più che secolare, la cui prima traccia ufficiale rimanda al 1841: un documento dell’Ufficio di Polizia del Regio Comando Militare di Alba, che permette il commercio del vino prodotto al tempo da Luigi Costamagna. Già allora la Morra - dove si trovavano i terreni aziendali - era considerato territorio d’eccellenza viticolo e già allora i vigneti delle Rocche dell’Annunziata facevano parte della proprietà. Di questa Menzione vocata, la parte più alta e quindi meglio esposta - il bricco - è stato dedicato all’antenato Francesco Costamagna, colui che nel 1911 vinse la medaglia d’oro al Gran Premio dell’Esposizione Internazionale di Torino, per i 50 anni di ininterrotta attività. Il Barolo Riserva che ne viene ottenuto non esce tutti gli anni, ma quando s’imbottiglia (dopo 3 anni di maturazione in botte grande di Slavonia e 2 anni di affinamento in vetro) è un piccolo capolavoro. L’annata 2016 profuma di chinotto, tamarindo ed erbe medicinali, che lentamente concedono spazio alla ciliegia e alla violetta. In bocca si diffonde dolce, sorretto da un tannino levigato e una freschezza agrumata, che si congedano con eleganza eterea. Dopo Francesco, il figlio Riccardo e la moglie Maddalena, la pro-nipote Claudia Ferraresi e il marito Giorgio Locatelli, oggi Rocche Costamagna è seguita da Alessandro Locatelli, che ne custodisce l’eredità preziosa, anche in termini di arte e cultura.

(ns)

Copyright © 2000/2022


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2022

Altri articoli