02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Si chiude a Londra con un’asta da 1,4 milioni di dollari di incasso il 2018 enoico di Sotheby’s: top lot 12 bottiglie di Echézeaux 1990 Henri Jayer, aggiudicate per 73.110 dollari, per l’Italia sugli scudi Masseto e Giacomo Conterno

Si chiude con un’asta da 1,4 milioni di dollari di incasso il 2018 enoico di Sotheby’s, che il 13 dicembre a Londra ha battuto il catalogo della “Finest and Rarest Wines, Spirits & Vintage Port”. Top lot quello di 12 bottiglie di Echézeaux 1990 Henri Jayer, aggiudicate per 73.110 dollari, seguito sul podio da una bottiglia di whisky Macallan 60 Year Old in un decanter Lalique, aggiudicato per 54.130 dollari, e dal lotto di 17 bottiglie di Port Ellen Natural Cask Strength Single Malt Whisky NV, andate per 35.031 dollari. Tra gli italiani, le migliori performance sono dei “soliti noti”.
Il lotto migliore è quello di 6 bottiglie di Masseto 1998, battute per 4.459 dollari, stessa quotazione per le 6 bottiglie di Barolo Monfortino Riserva 2005 di Giacomo Conterno, mentre le 4 bottiglie di Masseto 2001 hanno spuntato una quotazione di 4.140 bottiglie.
Ma bene, sottolinea Stephen Mould, alla guida di Sotheby’s Wine Europe, anche gli Champagne come Dom Pérignon e Krug, e griffe italiane come Ornellaia e Sassicaia (https://goo.gl/xiEnPF).

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli