02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Thibault Liger-Belair, Aoc Bourgogne Close Vougeot Grand Cru 2016

Vendemmia: 2016
Uvaggio: Pinot Nero
Bottiglie prodotte: 2.700
Prezzo allo scaffale: € 290,00
Proprietà: Thibault Liger-Belair
Enologo: Thibault Liger-Belair
Territorio: Borgogna

Fondata nel 1720 da Claudie Marey, nel 1852, quando un discendente di Claude sposa una Liger-Belair, le due famiglie fondono le loro forze in un'unica cantina che dopo qualche anno diventarà di proprietà di Edgard Liger-Belair. È invece il 2001 quando Thibault Liger-Belair ne assume da solo controllo e direzione tecnica, cominciando col convertire tutti i suoi vigneti, sparsi nei villagi di Gevrey-Chambertin, Vosne-Romanée, Vougeot, Nuit-Saint-Georges e Corton, all'agricoltura biologica. Il Close Vougeot con i suoi circa 50 ettari ed 80 proprietari è il Grand Cru più ampio della Côte-de Nuits, coltivato sin dal XII secolo dai monaci cistercensi e uno dei simboli storici della Borgogna. La parcella di Thibault, poco meno di un ettaro piantato nel 1948 è una cosiddetta “cuvèe ronde” perché si allunga sui tre diversi tipi di suolo che caratterizzano il Close. Figlio di un'annata complicata - il 27 aprile infatti, dopo un promettente inizio, una gelata colpì vaste aeree della Borgogna - il Close Vougeot 2016 di Thibault si difende più che bene, ampio ed austero al naso, profuma di piccole bacche scure, viola, spezie orientali e una più sbarazzina nota di lavanda, il sorso armonico e ben bilanciato si apre su un bel frutto tonico a cui fanno da controcanto una elegante e fitta dotazione tannica e un lunghissimo ed appagante finale. Dal 2019 i vini Liger-Belair sono importati dalla famiglia Allegrini.

 

(Massimo Lanza)

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020

Altri articoli