02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

UNIONE ITALIANA VINI E VALORITALIA INSIEME PER LA VALORIZZAZIONE DEL VINO ITALIANO. CON CSQA E FEDERDOC, UIV DIVENTA PARTNER DEL PIÙ IMPORTANTE ENTE DI CERTIFICAZIONE DEI VINI A DENOMINAZIONE IN ITALIA

L’Unione Italiana Vini entra in Valoritalia, il più importante organismo di certificazione dei vini italiani a denominazione d’origine, costituito nel 2008 da Federdoc e Csqa. Il nuovo assetto societario, illustrato dai tre presidenti - Lucio Mastroberardino (Unione Italiana Vini), Luigino Disegna (Csqa) e Riccardo Ricci Curbastro (Federdoc) - consente di mettere a servizio delle imprese le eccellenze dei tre partner, in particolare: l’Unione Italiana Vini nell’area del controllo analitico e sensoriale attraverso la propria rete di laboratori; Csqa per le certificazioni nell’area delle certificazioni volontarie e cogenti del settore agroalimentare; Federdoc che apporta l’esperienza maturata dai Consorzi nell’attività di controllo e tracciabilità delle denominazioni.

“Finalmente il sistema vino italiano può emanciparsi - ha detto Mastroberardino - dalla pura logica del controllo e trasformarlo in uno strumento attivo e concorrente alla valorizzazione del vino italiano. Questo accordo nasce per consentire alle imprese di avere alle spalle un soggetto autorevole e riconosciuto a livello internazionale”.

“Valoritalia - ha detto il presidente Disegna - crede fermamente nella propria mission, che è quella di sostenere le imprese nel loro sforzo di qualificazione: i controlli sono solo una parte, pur importante, di questo processo, ma da soli non bastano: l’accordo sottoscritto con Unione Italiana Vini ci consentirà di rispondere in maniera sempre più puntuale e qualificata alle esigenze del settore”.

“La firma di oggi - ha detto Ricci Curbastro - rappresenta un ulteriore passo verso la completa condivisione del progetto, fortemente voluto dai consorzi di tutela e iniziato da oltre 10 anni, che vede il vigneto, il lavoro in cantina fino alle bottiglie immesse sul mercato, segnati e tracciati a garanzia del consumatore e dell’alta qualità del vino italiano a denominazione d’origine”.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli