02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Vite Colte, Docg Barolo del Comune di Barolo Essenze 2018

Vendemmia: 2018
Uvaggio: Nebbiolo
Bottiglie prodotte: 14.000
Prezzo allo scaffale: € 45,00
Azienda: Vite Colte
Proprietà: cooperative di soci produttori
Enologo: Bruno Cordero
Territorio: Barolo

Vite Colte nasce 2010 come sorta di spin off della cooperativa di Barolo Terre da Vino: una selezione dai 4.000 ettari di vigne e dai 2.000 viticoltori dell'azienda per formare una linea di eccellenza dalle parcelle più vocate dei soci. Uno studio accurato ha quindi selezionato 316 ettari appartenenti a 194 conferitori, che - con l'applicazione di un rigido protocollo vitivinicolo in continuo aggiustamento, che regola sia la parte strettamente agronomica che quella successiva, enologica - ha portato al primo imbottigliamento nel 2016. I territori coperti sono diversi (15 Docg e 6 Doc) e nel 2020 hanno prodotto 1.238.000 bottiglie. Il vitigno a cui sono dedicati più ettari è la Barbera, mentre le denominazioni più prestigiose sono il Barolo e il Barbaresco. Del Barolo sono coinvolti 12 ettari e 10 soci (per un totale di 45.000 bottiglie prodotte), distribuiti far i Comuni di Barolo, Serralunga d'Alba e Monforte d'Alba da cui la cooperativa ottiene tre etichette omonime. Il Barolo del Comune di Barolo, proviene da vigneti a circa 300 metri di altitudine dal suolo di origine sedimentaria marina. La fermentazione alcolica e malolattica avviene in acciaio, poi il vino viene trasferito in piccole botti fino a 24 mesi. Dall'annata 2018 ne è risultato un Nebbiolo carnoso, profumato di confettura di fragole, dolce e balsamico, dal sorso intenso ma fresco, aderente a tutto sorso, con finale agrumato e pepato.

(ns)

Copyright © 2000/2022


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2022

Altri articoli