02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

IL VINO FIORE ALL’OCCHIELLO DEL “MADE IN ITALY” DA HARRODS: DAL 6 SETTEMBRE AL 30 OTTOBRE, LE GRANDI FIRME D’ITALIA - DAL SAGRANTINO DI MONTEFALCO DI CAPRAI AI VINI DI ANTINORI - CONQUISTANO I GRANDI MAGAZZINI DI LONDRA

Il grande vino, la moda, il cibo, il design, l’arte, la moda, ma anche il cinema d’autore, la musica: festa grande per il “made in Italy” nel cuore commerciale di Londra. I grandi magazzini Harrods - 800.000 visitatori al mese - metteranno in mostra, dal 6 settembre al 30 ottobre, il meglio delle produzioni italiane di qualità per dare vita ad un vero e proprio trionfo tricolore, uno dei molti organizzati negli ultimi tempi, in collaborazione con Ice (Istituto per il Commercio Estero).

Nelle 8 settimane di expo saranno dedicate all’Italia ben 72 vetrine e sono previsti 100.000 visitatori al giorno che dovrebbero assicurare un incremento stabile del 20% delle vendite dei nostri prodotti. Il tutto accompagnato da sfilate di moda, spettacoli, proiezioni cinematografiche, esposizioni di arredamento e degustazioni culinarie. Tra gli eventi più importanti, il 9 settembre - un party inaugurale al quarto piano dell’elegante Georgian Restaurant, in un ambiente tutto italiano che ospiterà vip, giornalisti e i produttori italiani più apprezzati all’estero.

Ad accompagnare il “banchetto” un’attenta e ristretta rosa di vini (scelti per l’occasione dalla Fiera di Milano, organizzatrice della fiera del vino, MiWine) a rappresentare il meglio della produzione enologica italiana con grandi nomi, i cosiddetti “top clients”, come Antinori, Berlucchi, Felluga, Teruzzi & Puthod, Zenato.

Grande spazio, poi, all’Umbria e al suo “figlio” più celebre, il Sagrantino di Montefalco, che sarà rappresentato da Marco Caprai, il produttore che ha segnato la rinascita di questo vino divenuto ormai un cult nel mondo. “Essere invitati e poter partecipare a questo evento è un’occasione importante per tutto il “made in Italy” - spiega Marco Caprai - per farsi conoscere e apprezzare sempre più in un mercato complesso e importante come quello inglese. Ma soprattutto un occasione importante per il nostro vino a cui l’evento dedica uno spazio tutto particolare segno del grande valore che l’Inghilterra, come altri Paesi, riconosce al vino italiano e agli sforzi continui dei produttori”. Una marcia più di questi tempi ed un evento di cui sentiremo parlare ancora ampiamente.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli