02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
FIERE MADE IN ITALY

Italia leader mondiale delle tecnologie per il vino. E tra le fiere, ora, Enolitech sarà autonoma

La storica kermesse in concomitanza con Vinitaly a Verona, inizia il suo nuovo percorso sotto la Vpe, la new.co tra Veronafiere e Fiere di Parma
ENOLITECH, FIERE DI PARMA, VERONAFIERE, VINITALY, VPE, Italia
La fiera Enolitech diventa autonoma, sotto la new.co Vpe (Veronafiere e Fiere di Parma)

L’Italia, oltre ad essere leader mondiale della produzione di vino, è n. 1 anche nel settore delle tecnologie per la vigna e la cantina, con i macchinari made in Italy presenti praticamente in più di una cantina su tre di tutto il mondo, con un export che sfiora i 2 miliardi di euro all’anno. Ed ora, nel panorama fieristico di settore, dominato dal Simei, kermesse tra le più importanti al mondo, firmata da Unione Italiana Vini (di scena dal 19 al 22 novembre 2019 a Fiera Milano-Rho, e che, dopo il successo della scorsa edizione, a Monaco di Baviera, per Drinteck, torna in Italia, dove sarà un appuntamento fisso, con cadenza biennale), un altro marchio storico, Enolitech, di Veronafiere, fino ad oggi di scena in concomitanza con Vinitaly a Verona, si evolve e vivrà di vita propria. Grazie alla new.co Vpe (Verona Parma Exibition) di Veronafiere e Fiera di Parma, nata per la promozione internazionale del sistema agroalimentare, che avrà il compito di mettere a sistema il know how specifico delle due società per azioni per potenziare ulteriormente la rassegna anche in chiave internazionale.
La prima edizione autonoma è già in calendario a Veronafiere a Verona, dal 30 gennaio al 1 febbraio 2019 (mentre nel 2020 sarà in concomitanza con Fieragricola, sempre a Verona).
Con “un nuovo format altamente specializzato che ha nella internazionalità degli operatori, grazie anche alla rete estera di Veronafiere e Fiere di Parma, un punto di forza del nuovo progetto fieristico”, si legge in una nota.

Così, Enolitech troverà spazio tra i padiglioni di Veronafiere, “con un’offerta espositiva altamente specializzata sulle tecnologie innovative dei settori vinicolo, olivicolo e del beverage e con tutte le soluzioni per la coltivazione e la raccolta delle materie prime. La parte merceologica connessa alle attività di ristorazione e sommelerie, rimane dentro a Vinitaly con una nuova denominazione: Vinitaly Design”.<br
“Con questa operazione abbiamo voluto incontrare le esigenze espresse dai nostri espositori e convogliarle nell’ampio progetto, condiviso con la Fiera di Parma, di promozione del sistema agroalimentare italiano che include il comparto del beverage, dalle tecnologie ai macchinari. Per questo - sottolinea Giovanni Mantovani, ad Vpe e dg Veronafiere - mettiamo a disposizione Enolitech, uno dei marchi storici di Veronafiere già fortemente internazionale, creando un evento verticale di filiera. L’obiettivo è dar vita ad una piattaforma unica annuale a forte vocazione internazionale, partendo già dagli ottimi risultati della rassegna ottenuti in ventuno edizioni, per la divulgazione e la promozione di applicazioni fortemente innovative in campo agricolo e industriale prodotte dalle imprese italiane”.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli