02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
IN AUSTRIA

6 mesi di carcere per aver collezionato vino (e altri cimeli) con etichette dedicate al Nazismo

La condanna per un 31enne austriaco, le bottiglie prodotte dalla cantina Lunardelli, celebre per la sua serie dedicata a tanti personaggi della storia
NAZISMO, STORIA, VINI LUNARDELLI, Mondo
La linea dedicata alla storia di Vini Lunardelli, spesso nelle cronache per le etichette sul Nazismo

Collezionare il vino può portare in carcere. E non solo per questioni fiscali o di truffe, ma perchè le etichette, magari, sono fuori legge. È quanto successo ad un 31enne austriaco, che è stato condannato a 6 mesi di carcere per qualcosa di simile all’“apologia di Nazismo”, vietatissima dalla legge in Austria, poiché a seguito di un’indagine, la polizia ha ritrovato tra vari cimeli del Nazismo, in casa dell’uomo, anche alcune delle bottiglie con le effige di Hitler e di soldati nazisti, che fanno parte della ormai famosa collezione dedicata ai personaggi della storia dalla cantina italiana Vini Lunardelli, che ciclicamente torna ad occupare le cronache.
Una “linea storica” di vini, quella di Lunardelli, che oltre al Nazismo e al Ventennio fascista italiano, è dedicata anche al Comunismo, con etichette con le immagini di Marx, Gramsci e Tito, tra gli altri, ma anche all’800, con un etichetta dedicata a Napoleone, e anche ai tempi recenti, con l’etichetta che riporta il simbolo di Anonymous, uno dei fenomeni di attivismo, soprattutto on line, noto soprattutto per i suoi attacchi haker. E non mancano Dracula e La Gioconda ...

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli