02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
VINO E ASTE

Asta Pandolfini: Sassicaia, Masseto e Conterno al top per l’Italia, la Borgogna per la Francia

1,4 milioni di euro di incasso, con il 96% dei lotti aggiudicati ed un +183% sulle stime di catalogo, nell’asta di scena a Firenze il 10-11 aprile

1,4 milioni di euro di incasso, con il 96% dei lotti aggiudicati ed un +183% sulle stime di catalogo: è risultato dell’Asta “Una eccezionale selezione di vini e distillati internazionali da collezioni private” di Pandolfini, andata in scena a Firenze il 10-11 aprile. Top lot italiani, come previsto, due grandi verticali, una di Sassicaia, aggiudicata per 15.312 euro, e una di Masseto, battuta a 10.290 euro. Bene anche il Barolo Monfortino Riserva di Giacomo Conterno, con 3 bottiglie del 2010 passate di mano per 5.513 euro, e una magnum aggiudicata per 3.675 euro, mentre ha spuntato il prezzo di 2.695 la doppia magnum di Masseto 2014.
Ma la vera star è stata la Borgogna, ed in particolare il Domaine Armand Rousseau, che, con 105 lotti, tutti venduti, ha incassato 400.000 euro, con un magnum del 2005 aggiudicata a 10.413 euro, mentre 12.250 euro ognuna hanno spuntato le due magnum di Chambertin Domaine Armand Rousseau 1990. Sugli scudi, come sempre, anche Romanée Conti, con i lotti che hanno spuntato le quotazioni più altre: 17 lotti in tutto, 100% di aggiudicazioni, per 180.000 euro, grazie alle due selezioni di Domaine de la Romanéé Conti, una da 8 bottiglie e una da 5 bottiglie, aggiudicate per 54.910 euro e 18.785 euro. Mentre, dalla Cote d’Or, per restare in Borgogna, sono arrivati 83 lotti, battuti per 200.000 euro, tra cui una magnum di Corton-Charlemagne del 1995 del Domaine J.-F. Coche Dury, aggiudicata per 9.800 euro.
Bene anche Bordeaux, 12 bottiglie di Châteu Lafite Rothschild 1986 battute a 12.862 euro, la selezione di Groupe Duclot Prestige del 2015 battuta a 9.555 euro, e 3 bottiglie di Pétrus 2014 passate di mano per 6.125 euro.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli