02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Avvenire

Il vino italiano di qualità sulle tavole del mondo… Superata la crisi degli anni passati le aziende vitivinicole italiane scommettono sul futuro. Secondo un sondaggio su 50 dei principali produttori di vino italiani, realizzato da Winenews in collaborazione con Vinitaly, la fiera dell’enologia che ogni anno si svolge a Verona, il 50% delle aziende prevede che il 2006 sarà un anno “positivo”, mentre l’altro 50% lo reputa “abbastanza positivo”. Il 2006 si annuncia come un anno da ricordare. Almeno per i produttori di vino italiano. Forti di un quinquennio, ad eccezione del 2002, di ottima produzione, le aziende sono convinte che incrementeranno fatturati ed esportazioni. La grande qualità dei nostri vini insomma si imporrà sulle tavole di tutto il mondo. Certo le preoccupazioni non mancano. Le nostre aziende temono soprattutto la concorrenza dei Paesi del nuovo Mondo (Stati Uniti, Cile, Sudafrica, Australia in prima fila) le incognite economico-politiche e la possibile perdita di competitività internazionale. Ma alla fine la qualità si imporrà comunque. Francia docet. (arretrato del 1 febbraio 2006)

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli