02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Civilta' Del Bere

L’Italia incanta Christie’s: i nostri vini vanno forte. La celebre Casa d’aste ha deciso di operare anche nel Bel Paese ... E’ italiano il 5% del fatturato mondiale. Dopo il successo di Milano, è possibile ci siano presto altri appuntamenti. Per i collezionisti non sarà più necessario volare a Londra e New York ... Il crescente apprezzamento del vino italiano da parte delle case d’asta di più antica fama non può passare in secondo piano la folgorante ascesa di una nuova società, la Winegallery di Merano, che commercia vini da investimento anche mediante vendite all’incanto. Fondata nel 2000 con il suo dinamismo ha saputo conquistarsi una tale credibilità che Chriestie’s l’ha scelta per organizzare assieme, in partnership, l’asta di Milano ... L’oggetto di desiderio più ambito risulta essere il Sassicaia di tutti i millesimi disponibili ... I prezzi pagati dagli acquirenti italiani sono invece allineati a quelli internazionali, e anche molte scelte coincidono con quelle delle aste di Londra e di New York: le Riserve di Brunello Biondi Santi, per esempio, i Barbaresco di Gaja, il Solaia di Piero Antinori, i Barolo di entrambi i fratelli Conterno e di Luciano Sandrone. Inatteso invece, anche se meritatissimo, il favore accordato a La Ricolma e la Percarlo, due eccellenti SuperTuscans della vendemmia 1997, il primo a base di Merlot, il secondo di Sangiovese, firmati da San Giusto a Rentennano, e del superbo Barolo Cerequio 1997 di Roberto Voerzio ...

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli