02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Corriere della Sera

DiCaprio l’ambientalista debutta nelle bollicine: investe nello champagne bio … La star di Hollywood azionista della maison Telmont… Leonardo DiCaprio investe nello champagne, mentre Brad Pitt e Angelina Jolie tornano a scontrarsi sui vigneti del castello provenzale di Miraval dove si sposarono nel 2014. Il fascino dei vini di qualità francesi e dello champagne presso le star americane aveva già convinto anni fa il rapper Jay-Z, che ha comprato lo champagne Armand de Brignac (marchio di lusso della maison Cattier) prime di rivenderne metà delle quote al gruppo LVMH. Adesso è Leonardo DiCaprio a entrare nel business delle bollicine, mosso dall’amicizia con il manager Ludovic Du Plessis e dalla sensibilità ambientalista. DiCaprio ha annunciato il suo investimento su Twitter: “Dalla protezione della biodiversità nei suoi terreni all’uso di elettricità prodotta al 100% da fonti rinnovabili, la maison Telmont è decisa ad abbassare radicalmente la sua impronta ambientale. Sono orgoglioso di entrare come azionista nello Champagne Telmont”. Dal 2020 Telmont fa parte del gruppo Rémy Cointreau, che per prima cosa ha nomi-nato come presidente Ludovic Du Plessis, ex numero due della maison Dom Pérignon e poi di Moét & Chandon per gli Stati Uniti, e amico di star di Hollywood come Reese Witherspoon e, appunto, Leonardo DiCaprio. È stato quest’ultimo a sensibilizzare Du Plessis sui temi ambientali, e Telmont l’anno scorso ha lanciato un ambizioso piano di riconversione. Il progetto “Au nom de la Terre” (in nome della Terra) prevede che tutti i vigneti Telmont siano certificati bio entro il 2025 (per adesso l’intera zona dello Champagne è bio solo al 4%); dall’estate scorsa la maison ha rinunciato a imballaggi e cofanetti, le sue bottiglie sono fatte all’80 per cento con vetro riciclato e ha deciso di rinunciare al trasporto aereo per la loro distribuzione. “Abbiamo fatto avere alcune bottiglie di champagne Telmont a DiCaprio a Los Angeles durante il Covid – ha raccontato Du Plessis al sito specializzato Vitisphere – e una sera di lockdown siamo stati fino all’una a degustare insieme a distanza, Leonardo era entusiasta”. Leonardo DiCaprio sarà azionista di minoranza come il presidente Ludovic Du Plessis e il responsabile delle cantine Bertrand L’Hȏpital, mentre la quota di controllo resta al gruppo Rémy Cointreau. Atmosfera meno euforica invece in Provenza, al castello di Miraval comprato per quasi 30 milioni di dollari nel 2008 dall’allora coppia Brad Pitt e Angelina Jolie. Dopo la separazione, l’attrice ha deciso di disfarsi del suo 50% preferendo venderlo alla società “Tenute del mondo” controllata dal miliardario russo Yuri Shefler, anche se Brad Pitt sarebbe stato pronto a rilevare la quota dell’ex moglie. Il dominio di Miraval produce un rosé di grande successo, il primo a entrare nella classifica dei 100 migliori vini del mondo stilata dallo Wine Spectator. Brad Pitt ha deciso di fare causa ad Angelina Jolie per opporsi alla vendita, sia pure parziale, di una tenuta valutata oggi 164 milioni di dollari.

Copyright © 2000/2022


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2022

Pubblicato su

Altri articoli