02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Corriere della Sera

Ferragamo vende la tenuta di Montalcino. “Resto alla guida” … Ha impiegato 20 anni per costruire il suo mondo a Montalcino. E ora Massimo Ferragamo, figlio di Salvatore e Wanda, responsabile del ramo americano della casa di moda fondata dal padre, l’ha ceduto. Tutto: la tenuta con 62 ettari di vigne per il Brunello di Montalcino, il campo da golf in cui giocò Barack Obama quand’era presidente degli Stati Uniti, l’hotel con 42 suite e altre 19 in costruzione, le 20 ville dalle immense vetrate su un panorama rinascimentale. “Non volevo vendere — racconta — ma sono stato contattato da un gruppo di investitori, un family office, che hanno garantito che resterò alla guida dell’azienda, assieme ai manager. Qui c’è bisogno di continui investimenti, i nuovi proprietari continueranno sulla strada che abbiamo aperto”. Il family office è composto da tre famiglie europee e da una asiatica. La cifra dell’affare resta riservata, il valore della proprietà è di parecchie centinaia di milioni. “Quando sono arrivato questo era un piccolo borgo — spiega Ferragamo —sono salito sopra una collina e, guardando la bellezza selvaggia di questi luoghi, due mila ettari di bosco, ho pensato che valeva la pena di vivere questa avventura. Non è stato semplice, anche perché ho continuato a lavorare nell’azienda di famiglia e a vivere negli Stati Uniti con mia moglie Chiara, che ha condiviso con me questo progetto”. Negli anni l’hotel, ora gestito da Rosewood, è stato meta di campioni dello sport (anche Chiara Miari Fulcis, la moglie, è un’ex campionessa di sci) e di star: come Paul McCartney che si fece prestare la chitarra da un cameriere per suonare sotto le stelle. O come Gwyneth Paltrow, premio Oscar di “Shakespeare in Love”, che preparò i pici con Simonetta, governante dell’hotel. Sono arrivati anche i successi per il vino del borgo cupo trasformato in tenuta scintillante: si è distinto il Brunello Campo del Drago, che viene dai vigneti più alti, 450 metri, proprio sulla collina che convinse Ferragamo a sbarcare a Montalcino. “Con l’ingresso dei nuovi proprietari — dice Ferragamo — ora Castiglion del Bosco può continuare a crescere, con nuovi progetti. Per vincere altre sfide”.

Copyright © 2000/2022


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2022

Pubblicato su

Altri articoli