02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Corriere della Sera

Vino, le cantine Piccini e il gruppo Lunelli guidano la crescita … Il settore del vino continua a crescere. Tenute Piccini domina la scena con il maggior incremento di fatturato nel 2021, con un +61% sul 2020. Seguono il gruppo Lunelli (+57,6%), Terra Moretti (+47,6%) e Serena Wines 1881, (+40,1%) per chiudere con il +32,7% di Villa Sandi. A dirlo è l’ultimo report di Mediobanca sul settore vinicolo nazionale. Il gruppo Cantine Riunite-GIV invece si conferma leader italiano nelle vendite di vino nel 2021, con fatturato a 635,2 milioni (+9,7% sul 2020). Al secondo posto Italian Viine Brands (423,6 milioni di euro) che ha guadagnato 5 posizioni rispetto al 2020, dopo l’acquisizione di Enoitalia e della statunitense Enovation Brands Inc. Il polo Botter-Mondodelvino (Clessidra) si colloca al terzo posto, in crescita del 19,3% sul 2020 con 415 milioni. In classifica seguono altre cinque società con ricavi superiori a 2oo milioni di euro: la cooperativa romagnola Caviro, il cui fatturato 2021 pari a 389,9 milioni di euro è cresciuto del 7,7%, la trentina Cavit (fatturato 2021 pari a 271 milioni di euro, +29,2% sul 2020), la toscana Antinori (265 milioni di euro, +24,6% sul 2020), la veneta Santa Margherita (220,6 milioni, +28,3%) e la piemontese Fratelli Martini che ha realizzato una crescita del 5,4%, arrivando a 219,4 milioni di euro. Osservando la redditività, nel 2021 svettano le società toscane e venete: Frescobaldi (25,6%), Santa Margherita (21,3%) e Antinori (17%). Alcune aziende hanno una quota di export molto elevata: Fantini Group tocca il 97,4%, Ruttino il 94,5% e il polo Botter-Mondodelvino il 91,1%.

Copyright © 2000/2022


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2022

Pubblicato su

Altri articoli