02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Corriere della Sera

Tenuta Liliana, nel vino l’azionariato popolare con quote da 250 euro… Condividere e dare valore a uno dei territori più belli del nostro Pese, il cuore del Salento. Con questo spirito Antonio Intiglietta, pugliese, presidente di GeFi Spa, società organizzatrice di Artigiano in Fiera, prosegue con il suo progetto a Parabita, in provincia di Lecce, dove tre anni fa ha inaugurato insieme a sua moglie Liliana, l’azienda vitivinicola Villa Liliana. Dopo l’avvio lo scorso anno della wine sharing economy, una vigna compartecipata da partner internazionali, Intiglietta lancia ora una campagna di crowfunding, attraverso CrowdFundMe, unica piattaforma di crowdinvesting quotata a Piazza Affari, aprendo all’azionariato popolare. “La condivisione è da sempre la chiave di volta del nostro progetto” ha spiegato Intiglietta. La sottoscrizione prevede una soglia minima di 250 euro, grazie alla quale l’azionista potrà partecipare agli utili dell’azienda, ottenere uno sconto sull’acquisto delle bottiglie prodotte, prendere parte della vendita delle mille bottiglie dell’edizione limitata del vino “Ladame” 2021, oltre a condividere l’esperienza esclusiva di visite in cantina e degustazioni. “Abbiamo voluto investire nel Salento piantando un Cabernet Sauvignon di eccellenza a 200 metri dal livello del mare”. Il bisogno di investire creando valore è forte per Intiglietta, “in una terra dove la piaga più grande che l’affligge è la Xylella ma l’inerzia data da contributi pubblici all’agricoltura per la sola rendita. La rigenerazione del territorio genera benefici a catena su tutta la comunità”.

Copyright © 2000/2022


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2022

Pubblicato su

Altri articoli