02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Corriere della Sera

La vigna che unisce le religioni … Domani su “Buone Notizie” la cantina del salesiani in Palestina dove lavorano islamici e cattolici... In Palestina, a metà strada tra Betlemme e Gerusalemme, c’è una cantina dove musulmani e cattolici lavorano insieme. Si chiama “Cremisan” e l’hanno costruita i salesiani per avvicinare i popoli divisi dal credo. Questa vallata di vigneti è infatti destinata a essere tagliata in due da un muro di separazione lungo 1,2 chilometri, voluto dal governo israeliano, nonostante l’opposizione di cittadini e religiosi. Ma i salesiani non si sono arresi e hanno trovato il modo di unire i poli divisi da politica e religione. Come? Rinnovando e rivoluzionando la loro cantina con l’aiuto dell’enologo Riccardo Cotarella, come racconta Luciano Ferraro nella storia di copertina di “Buone Notizie”, l’inserto in edicola gratuitamente con il Corriere della Sera domani, come ogni martedì. E così oggi a “Cremisan”, dove nasce il vino della pace, lavorano quindici operai, musulmani e cristiani, fianco a fianco. Si producono 170 mila bottiglie all’anno e già si punta al raddoppio. Le storie della settimana, poi, ci accompagnano nel centro Edimar in Camerun, dove una donna di nome Mireille ha scelto di dedicare la sua vita ai ragazzi di strada, sulla scia di un missionario italiano; quindi accendono i riflettori sul progetto del 34enne campione di ciclismo Vincenzo Nibali, che quattro anni fa ha messo in piedi una squadra di adolescenti “per aiutarli a crescere — dice —come ho potuto fare io”. Lo “Squalo dello Stretto” — il soprannome di Vincenzo — ha voluto restituire alla sua terra, la Sicilia, quello che la bici gli ha dato in dono. E ancora, questo fine settimana (11-12 ottobre) tornano le Giornate di Bertinoro: uno degli appuntamenti più importanti per il mondo del Terzo settore. Qui, nella località in provincia di Forlì, ogni anno si incontrano i protagonisti del mondo accademico, dell’economia sociale, del volontariato, delle istituzioni, insieme a una community di studenti e giovani imprenditori sociali per riflettere sui temi dell’economia civile. I lavori della diciannovesima edizione delle Giornate di Bertinoro, organizzata da Aiccon, si apriranno con la relazione sull’indagine svolta dalla società Swg su aspettative e bisogni degli italiani che “hanno sempre meno fiducia nella classe dirigente”. E sono convinti che sia necessario “ricostruire un senso di comunità” e andare verso “una economia dal volto umano” L’inchiesta della settimana fa invece il punto sui piccoli borghi italiani, che tornano a essere attrattivi, dopo un’emorragia di presenze durata oltre vent’anni. Sono 7mila in tutto e, secondo un’indagine di Legambiente e Uncem, offrono spazi di sperimentazione che nelle città non esistono più. Infine, il Male nostrum rilancia l’allarme delle Ong per la repressione, anche violenta, degli attivisti umanitari e per l’ambiente, che non ha fine: chi denuncia la corruzione o manifesta per la democrazia è sempre a rischio. Nonostante questo, paradossalmente, il loro numero continua a crescere. In tutto il mondo.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Pubblicato su