02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Corriere della Sera

Accordo alla Ferrero, bonus di 2.100 euro a seimila lavoratori ...La pandemia non ha fermato gli stabilimenti della Ferrero, che ha mantenuto attiva la produzione anche durante il periodo di lockdown, garantendo ai dipendenti di lavorare “in piena sicurezza”, ma anche di centrare gli obiettivi previsti dall’accordo integrativo aziendale, con “piena soddisfazione” reciproca da parte di azienda e sindacati. Ora arriva il premio di risultato: 2.100 euro lordi in media a ognuno dei circa 6 mila dipendenti degli stabilimenti italiani. La somma sarà pagata nella busta paga di ottobre. L’intesa prevedeva un importo massimo raggiungibile per l’anno in corso di 2.220 euro lordi, somma calcolata in base a due parametri: il risultato economico, unico per tutta l’azienda, che concorre a determinare il 30% del premio ed è riferito all’esercizio chiuso al 31 agosto 2019; e il risultato gestionale, la parte più corposa, pari al 70% del premio, legato invece all’andamento specifico di ogni stabilimento o area produttiva e valutato anche nel corso della corrente gestione, fino ad agosto. Lo stabilimento di Alba, per esempio, si aggiudica un incentivo pari a 2.105, 97 euro lordi a dipendente. A Sant’Angelo dei Lombardi, vicino ad Avellino, va il premio più alto, pari a 2.170,24 euro. A Balvano, in Basilicata, dove si producono i Nutella Biscuits, ogni dipendente troverà nello stipendio di ottobre 2.127,74 euro in più. Nella sede di Pozzuolo Martesana, vicino Monza, ogni dipendete riceverà 2.136,03 euro. Lo staff, cioè il personale che non è identificato in un polo produttivo di riferimento o in un deposito, percepirà 2.106,28 euro lordi. Infine i dipendenti delle aree e dei depositi troveranno in busta paga 2.029 euro. È la dimostrazione, riconoscono sia l’azienda che le organizzazioni sindacali, che “consolidate e proficue relazioni industriali” giocano «un ruolo strategico» per ottenere i risultati, anche “in un anno particolarmente difficile e complicato”, a causa degli effetti della pandemia. Uno sforzo già premiato dal gruppo guidato da Giovanni Ferrero (presidente esecutivo) e Lapo Civiletti (ceo), che ha riconosciuto un bonus speciale di 750 euro a tutti gli operatori di produzione, vendita e logistica, che hanno lavorato durante il lockdown.

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020

Pubblicato su

Altri articoli