02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Corriere Della Sera / Corriereconomia

Il sapore tannico di una crema al vino ... La consistenza è simile. Ma non è né una salsa né una marmellata. Così almeno assicura il suo ideatore, l’enologo Giordano Calò. L’invenzione è invece una crema di vino. Da spalmare su carni, formaggi e persino sul sushi. Un ristorante giapponese ha scoperto che l’abbinamento con la confettura a base di Nero d’Avola è apprezzato dai suoi clienti e ne ha fatto una delle voci di forza del menu. Discendente da una dinastia di “vinattieri” di Vittoria, in provincia di Ragusa, Calò è arrivato a Pisa negli anni Settanta per studiare e laurearsi in Agraria. Da allora fa la spola fra Sicilia e Toscana, fra l’azienda di famiglia, prima a imbottigliare il Cerasuolo docg, e l’enoteca-salotto a Migliarino San Rossore, nel cuore del Parco naturale. E’ qui che vengono prodotti artigianalmente i 10 mila vasetti della sua “cantina”.
La lista è rigorosamente siculo-toscana, ma offre una ventina di varietà e una ricca selezione dei grandi vini delle due regioni. Ora, in collaborazione con un’azienda veneta, Calò si sta spingendo un po’ più a Nord. Negli ultimi mesi ha aggiunto alla sua carta “Le Note”, creme speciali a base di Prosecco e Cartizze, aromatizzate da tartufo bianco, pepe e zenzero. Pensate per accompagnare formaggi e salumi, dall’antipasto al dessert. Tutte le informazioni sulle creme al vino prodotte dall’enologo Giordano Calò, sul sito: www.calogiordano.com 

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020

Altri articoli