02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Corriere Della Sera / Corriereconomia

Viti, mare e spiagge delle “gemelle diverse” ... Sicilia e Sardegna... Come due sorelle. Bellissime ma profondamente diverse. Sicilia e Sardegna hanno sempre scelto vie diverse di sviluppo (nel turismo, nell’economia e persino nella politica). Però appare sempre più simile, in quelle terre, la parabola ascendente di cantine e produttori di qualità. Di sicuro l’enologia in Sicilia poggia su retaggi storici molto più profondi. Esemplare in tal senso la storia delle cantine Pellegrino, una delle più floride e importanti industrie enologiche di Marsala che quest’anno festeggia 130 anni di vita. Primo player del mercato dei vini dolci in Italia con il 33% del mercato, la Pellegrino si affaccia al 2010 proprio col desiderio di dare nuovo impulso alla produzione. “Anche quest’anno il fatturato dovrebbe far segnare un incremento - afferma Benedetto Renda, consigliere delegato - e senza aumento dei prezzi. L’obiettivo però è quello di far riprendere quota ai vini dolci che, soprattutto nella ristorazione, sono stati ingiustamente penalizzati dalle nuove norme sull’alcolismo per gli automobilisti”.
Se in Sicilia la Pellegrino pensa a consolidare la sua storia ultracentenaria, in Sardegna c’è un’azienda appena nata, ma che punta alla tradizione e alla riscoperta dei vitigni autoctoni per una produzione che vuole attestarsi su una fascia alta. È il caso della Feudi della Medusa, una cantina da poco fondata a Pula, in provincia di Cagliari. “Abbiamo recuperato vitigni antichi come il Cagnulari, tutti antecedenti alla fillossera, con terreni sabbiosi che distano dal mare da 30 a 500 metri - spiega Francesco Siclari, fondatore della cantina -. L’azienda si estende su un’area in cui i terreni sono calcarei e le vigne, a 300 metri di altitudine, hanno un età che va dai 40 ai 110 anni con una resa che non supera i 50 quintali per ettaro”.
Il prossima passo sarà quello di avviare una struttura turistica tra i vigneti e il mare. Perché vino e turismo in Sardegna possono sempre fare business.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli