02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Corriere Della Sera / Economia

I vini preferiti dai guru. Nella classifica intima compilata dalla "Revue du Vin de France", sei grandi esperti (Robert Parker - Usa, Michel Bettane - Francia, Michel Fridjohn - Sud Africa, James Halliday - Australia, Alessandro Masnaghetti - Italia, Olivier Poussier - Francia) indicano i loro 10 "amori" assoluti. Presenze quasi costanti per vini francesi come Latour, Lafite-Rothschild, Romanée Conti. Bene anche gli "emergenti" del Terzo Mondo, attenzioni per i dolci francesi (Alsazia) e non (Mosella soprattutto e Austria) ed i grandi classici del Rodano. Gli italiani presenti sono Angelo Gaja con il Barberesco e Bruno Giacosa con Barolo e Barbaresco per Robert Parker; Isole e Olena con il Cepparello 1997 per James Halliday, critico australiano; Bruno Giacosa con il Barbaresco Santo Stefano, Roberto Voerzio con il Barolo Cerequio, Poggio al Sole Chianti Classico Casasilia per Alessandro Masnaghetti; il campione del mondo dei sommelier Olivier Poussier ha invece scelto Barolo Bric del Fiasc di Paolo Scavino e l'Amarone della Valpolicella di Romano dal Forno.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli