02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Corriere Della Sera / Style

Si gira, si mangia, si beve Schiava ... Ecco l’impero dei sensi: la Weinstrasse altoatesina... Wine-festival con degustazioni al profumo di uva e una Strada del Vino premiata come la migliore d’Italia. Benvenuti nella montagna godereccia di Bolzano e dintorni: tre vitigni autoctoni, Gewürztraminer, Schiava e Lagrein, 70 chilometri di tour all’ombra, si fa per dire, dei vigneti e le cantine disegnate dalle archistar fra il capoluogo altesino, Nalles (a Nord-Ovest) e Salorno (a Sud). Prima del wine-road conviene però salire a Merano per i trattamenti beauty con mosto d’uva alla Spa&Vital delle celebri Terme , dal 10 al 31 ottobre. Altra data da segnare in agenda, il Merano WineFestival & Culinaria, dal 5 all’8 novembre. In programma show coking di chef stellati e degustazioni dai big della vite (il prestigio dell’evento vale da garanzia)... ...a Nalles per provare l’avventura del palato lungo la Weinstrasse. I più pigri possono affidarsi al VinoSafari, tour guidato, ogni primo venerdì del mese, tra vigneti, cantine, castelli e tramonti dolomitici. Gli intraprendenti doc si orienteranno invece in santa pace fra le 40 cantine sparse lungo la strada, stando attenti a non perdere quelle di Termeno, veri capolavori di enoarchitetture. Sono J. Hofstatter con il giardino-vigneto da picnic e il wine bar di design per degustare gli incantevoli Gewürztraminer della maison. E l’avveniristrica struttura-scultura a forma di vite della Cantina Tramin dove è nato il Gewürztraminer Terminum, osannato con il massimo punteggio da Gambero Rosso e Veronelli...

Copyright © 2000/2021


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2021

Altri articoli