02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Corriere Economia

Travaglino ... Nel 1880 la famiglia Comi acquista la tenuta di Calvignano in provincia di Pavia e fonda l’Azienda Agricola Travaglino. Nel 1965 Vincenzo Comi, amministratore dell’azienda, amplia la cantina e affianca alle botti in rovere i fermentini in acciaio per l’affinamento dei vini rossi.

Nel 1980, la rimessa dei trattori diventa cantina d’imbottigliamento, con autoclavi e linee automatiche per il confezionamento dei vini. Negli anni ’90 arriva il “wine marker” Fabrizio Maria Marzi, supervisore generale, direttore ed enologo, e la vocazione di Travaglino raggiunge l’apice. Si effettua la zonazione: lo studio dei terreni per conoscerne la composizione e destinare ogni vitigno al terreno giusto. In quegli anni, le bollicine dell’Oltrepò Pavese ottengono la Docg. Nel 2007, Marzi e una cinquantina di altri produttori fondano la Valle del Riesling.

Il territorio si estende per 480 ettari, di cui 80 vitati. La produzione annua di uve è di circa 6.000 quintali, ma solo quelle più pregiate vengono selezionate e solo i mosti migliori sono vinificati per arrivare a una produzione annua di 250.000 bottiglie circa. Questo frutta un fatturato annuo di circa 2 milioni di euro (dati 2007). Dieci sono i dipendenti fissi e circa 10 stagionali.

La filosofia aziendale è orientata alla promozione della coltura dei vitigni che nell’Oltrepò Pavese rappresentano la tradizione: Riesling Italico, Bonarda, Pinot Nero.

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020

Altri articoli