02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Corriere Fiorentino

Europa-Cina, alt ai vini contraffatti. L’intesa tutela Brunello, Chianti e C. … Ci sono voluti otto anni di negoziati. Tra le denominazioni protette anche Nobile e Toscano Igp... Brunello di Montalcino, Chianti, Toscano Igp, Nobile di Montepulciano: sono le quattro Indicazioni geografiche protette che potranno godere di tutela (cioè non si potranno più “taroccare”) in Cina, grazie all’accordo bilaterale siglato ieri fra la Commissione europea e il governo cinese per la reciproca tutela di 100 prodotti europei in Cina e altrettante Igp cinesi in Europa. Un accordo che era stato annunciato nei giorni scorsi dal presidente francese Emmanuel Macron in visita a Shangai ed è stato ufficializzato ieri dal commissario europeo all’Agricoltura Phil Hogan e dal ministro del Commercio cinese Zhong Shan. L’intesa, che arriva dopo otto anni di negoziati, allarga notevolmente il numero di alimenti tutelati dalle indicazioni geografiche, rispetto ai io prodotti per parte sui quali i due Paesi si erano accordati nel 2012, dando avvio alle trattative. L’accordo deve essere ancora approvato dal Parlamento e dal Consiglio europeo, ma ci si attende che entri in vigore prima della fine del 2020 e l’obiettivo è allargarlo fino a 175 prodotti per parte da qui a quattro anni. L’Italia, con 26 Igp, è il Paese più rappresentato insieme alla Francia. La Toscana porta a casa la tutela di quattro grandi vini (i cui nomi sono scritti nella lista ufficiale con a fianco la traduzione in ideogrammi) che saranno tutelati sul gigantesco (e complesso) mercato cinese insieme a barolo, parmigiano reggiano e grana padano, mozzarella di bufala campana, prosciutto di Parma e di San Daniele, taleggio, bresaola della Valtellina, prosecco e molte altre specialità regionali. Gli altri Paesi europei sono finiti inevitabilmente all’ombra delle grandi tradizioni agroalimentari italiana e francese: la Slovacchia ha ottenuto il riconoscimento solo per il vino Tokaj della provincia di Vinohrad, l’Austria per un olio di semi di zucca. Nonostante la Brexit, la Gran Bretagna ha ottenuto dall’Europa un patto di protezione sul mercato cinese per il suo Scotch Whisky, per il salmone d’allevamento scozzese, e dei formaggi Cheddar e Stilton. In Europa saranno tutelate 100 Igp cinesi, tra le quali una serie di tè (come quelli verdi di Wuyuan e Songxi), l’aglio di Pizhou, lo zenzero e la cipolla di Anqiu, il kiwi rosso di Cangxi, la pera di Jinxhou, il riso di Wuchang, i funghi Xixia e quelli neri di Dongning, l’anatra salata di Nanjing, la patata Wuxi, le bacche Goji di Jinghe e moltissimi altri prodotti poco noti agli occidentali, ma ben conosciuti dalle numerose comunità cinesi del Vecchio Continente.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Pubblicato su