02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Corriere Fiorentino

Una casa nuova per il supervino (pagata dieci milioni di euro) … Frescobaldi acquista una maxitenuta a Montalcino: sarà il regno di “Luce”... Il gruppo Frescobaldi “festeggia” la prima volta dell’ingresso nel club delle aziende vinicole italiane che fatturano più di 100 milioni l’anno con la firma dell’acquisizione di una nuova azienda, nel cuore del territorio del Brunello. Oggi il marchese Lamberto Frescobaldi, presidente del gruppo fiorentino che ha tolto dal logo e della etichette la parola “marchesi” per puntare sulla Toscana, sarà a Montalcino per l’acquisto per oltre 10 milioni di euro dell’azienda Logonovo, 55 ettari di cui 11 a vigne, confinante con la tenuta del gruppo a Castelgiocondo dove il gruppo produce Brunello ed il supertuscan “Luce della Vite”, frutto dell’unione tra Sangiovese e Merlot. “Luce della Vite ormai ha venti anni alle spalle ed è ora che diventi “maggiorenne” - spiega Lamberto Frescobaldi - La nuova tenuta, che sarà ribattezzata Luce, diventerà la casa di questo nostro vino, grazie anche alla cantina che richiederà solo qualche aggiustamento. Anche le vigne sono molto belle, recenti, impiantate secondo criteri di qualità come le nostre. Così Luce della Vite potrà uscire da Castelgiocondo ed avrà un team dedicato, raddoppiando quasi ettari di vigne e produzione, con un investimento importante e strategico. Nel mondo del vino serve tempo per avere un ritorno e noi che siamo produttori lo sappiamo”. L’azienda Logonovo è acquisita dall’imprenditore svizzero Marco Keller, ad un prezzo per ettaro vitato di circa 400.000 euro per ettaro, in linea con le quotazioni di Montalcino e del Brunello, e significa per i Frescobaldi l’innalzamento della quota di investimenti nel 2017 al 18% del loro fatturato, contro una media del 12%. Il gruppo fiorentino è entrato tra le aziende che fatturano 100 milioni di euro l’anno (un club di 16 imprese, che vede anche gli Antinori, quarti a quota 192 milioni) con 101 milioni nel 2016, una crescita di oltre il 6%, e 11 milioni di bottiglie prodotte. “Siamo soddisfatti di questo, un fatto che arriva dopo gli ultimi anni di crescita costante, sana, con la costruzione di nuovi e “vecchi” mercati all’insegna della qualità e del territorio - spiega Lamberto Frescobaldi - Sono fiero del fatto che noi siamo l’unica azienda agricola presente tra i “centenari”. Siamo e restiamo produttori, con 1.300 ettari, tutti in Toscana, tranne i 44 ettari in Friuli di Attems, e diamo lavoro a 600 persone, la metà dei quali stagionali. Un’azienda familiare ma con management esterno”. La crescita è impostata - “i primi tre mesi del 2017 sono stati estremamente positivi” - e il marchese aggiunge: “Puntiamo molto sulla Toscana, come dice il nostro slogan cultivating Toscana diversity, sulle caratteristiche uniche delle diverse tenute, da Nipozzano a Pomino, a Remole e Castiglioni, ad Ammiraglia in Maremma, a Castelgiocondo cui ora si aggiunge Luce a Montalcino: come il rosato Aliè che presenteremo al Vinitaly non poteva che nascere in Maremma, il Leonia brut che a Pomino, Luce a Montalcino. Sono fiducioso in altri anni di sviluppo”.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli