02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Corriereconomia / Corriere Della Sera

Sono nati tra il 1980 e il 2000, hanno la connessione nel dna e sono i consumatori più coccolati del momento. Ecco a voi i Millennials, la generazione che rappresenta il 45% dei consumi di vino in Usa, il mercato più importante dei mondo. Attenti al passaparola dei coetanei via social, i millennials statunitensi sono al centro di campagne mirate. E in Italia? In un’analisi effettuata da WineNews (sito di riferimento nel mondo dei vino) per conto di Vinitaly, la sociologa Marilena Colussi spiega che i Millennials italiani “hanno un diverso approccio culturale con il vino e il cibo”. In altre parole il vino è sempre stato presente sulle tavole delle famiglie italiane, mentre “oltreoceano è diventato di moda più di recente e rappresenta quindi la novità”. Morale: “In Italia i Millennials sono un’opportunità, ma occorre coinvolgerli, parlando il loro linguaggio”.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli