02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Corriereconomia

Questo vino è una crema (di bellezza) ... Uva e dintorni. L’azienda umbra già testava i trattamenti nella spa all’interno del relais tra le colline vicino a Todi. E adesso... La Todini, oltre a produrre etichette di pregio, mette in commercio "cosmetici enologici"...
Un bagnoschiuma al Cabernet, una crema per il viso al Grechetto oppure un balsamo per il corpo con un rosso Igt dell’Umbria. Non sono i prodotti di un centro cosmetico per ubriaconi, ma una proposta differenziata di una cantina umbra: l’azienda agricola Todini. Si tratta di uno dei primi esperimenti, su larga scala, tra i produttori italiani. Avevamo già assistito ai bagni di vino, ai trattamenti benessere con le vinacce, ma pensare di produrre una linea cosmetica a base di uva e commercializzarla come le etichette dei vini, è un’iniziativa alquanto coraggiosa e innovativa.
Non a caso l’idea è venuta in mente a una realtà abituata a diversificare: l’azienda si trova a Todi e affianca a vini di grande pregio come i rossi "Rubro" e "Nero della Cervara" anche un interessante autoctono come il Grechetto di Todi, un vitigno bianco presente solo nell’area del todino. E poi ancora uno spumante brut e un rosso igt umbro. Ma l’azienda agricola ha deciso di andare oltre, diversificare, provare a distinguersi con prodotti innovativi. "È così che abbiamo pensato alla cosmetica - spiega Paolo Clementi, direttore generale del Relais Todini (www.relaistodini.it ) - del resto sulla collina, tra i nostri vigneti esiste da dieci anni il relais cinque stelle, una struttura realizzata su un castello risalente al XIV secolo.
All’interno del nostro relais abbiamo creato anche un centro benessere che è stato la prima base di sperimentazione dei prodotti a base di vino". All’interno della spa infatti è già possibile sperimentare trattamenti ad azione antiossidante dati dall’alta concentrazione di principi attivi contenuti nell’uva. Oppure i trattamenti ad azione purificante ed elasticizzante dati dall’azione dei semi di vinacciolo. "Proprio dopo aver provato e testato la validità di simili trattamenti - continua Clementi - abbiamo deciso di contattare un’azienda dell’Alto Adige specializzata in cosmetica. Con loro abbiamo definito l’accordo in base al quale noi inviamo le nostre vinacce allo stabilimento altoatesino e loro ci riconsegnano le creme. Il tutto non più soltanto per i nostri trattamenti: abbiamo deciso di mettere in commercio i nostri prodotti con il marchio Todini, trasformando le creme in un veicolo promozionale per la nostra struttura ricettiva e per i nostri vini".

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli