02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
I DATI DI 3.000 IMPRESE

Crescono fatturati e valore aggiunto per le aziende italiane che producono vino e uva

I dati di Qualivita e Infocamere: 11,2 miliardi di euro il bilancio nel 2018, +52% sul 2009, mentre il valore aggiunto supera i 2 miliardi

Per un’azienda, veder crescere il proprio fatturato di oltre il 50% in meno di 10 anni, e i livelli di occupazione di oltre il 100%, è una vera e propria impresa. Che, a quanto pare, è riuscita alla grande “azienda diffusa” del vino italiano, o almeno alle aziende che producono vino e uva, che secondo l’Osservatorio Qualivita Wine e Infocamere, hanno messo a bilancio, complessivamente, 11,2 miliardi di euro nel 2018, in crescita del 7% sul 2017, e del 52% sul 2009, con una crescita degli addetti del +123%, a quota 34.000 persone. Dati relativi alle oltre 3.000 imprese (+33% in 10 anni) che nel 2018 hanno depositato il bilancio presso il Registro delle Imprese delle Camere di Commercio, “e rappresentano lo spaccato più strutturato del settore, con un’analisi su dati ufficiali e originali basata sui bilanci d’esercizio delle aziende del comparto che descrive un segmento produttivo in crescita per fatturati, investimenti e occupazione”. E anche per valore aggiunto, arrivato a 2 miliardi di euro (+59%). A livello territoriale, in Toscana, Puglia e Veneto si concentra un terzo delle aziende nel settore della produzione di vino e coltivazione di uva con bilancio depositato nell’ultimo anno e Siena, con 180 imprese, è la provincia italiana con maggior numero di società di capitali in questa particolare graduatoria.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli