02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Enotime

Mondo del vino in crisi? Macchè, i fatturati sono in aumento!!
Secondo un sondaggio del giornale on line Winenews condotto tra 50 primarie aziende vinicole i fatturati sono aumentati nel 2004 e doverebbero aumentare anche nel 2005!! ... Ma dov’è questa crisi? Sicuramente è quanto staranno pensando, o meglio canticchiando sulle note della celebre arietta, le 50 aziende vitivinicole italiane, tutte quante posizionate nella gamma medio-alta della produzione, interpellate dal noto giornale on-line di informazione enologica www.winenews.it che ha pubblicato i risultati di un proprio sondaggio effettuato a gennaio.

Emerge un dato in completa “controtendenza” rispetto all’attuale congiuntura economica generale, infatti pare che il mercato del vino sia completamente immune da ogni crisi: ben il 70% delle imprese interpellate dichiara di aver incrementato il proprio fatturato nel 2004, ma non basta, perché l’ottimismo incalza anche il 2005 …

Le percentuali d’aumento del fatturato dichiarate nel 2004 rispetto al 2003 vanno dal misero 1% al ragguardevole 18%, e quelle dell’incremento di fatturato previsionale per il 2005 oscillano dal 5% al 20%. Il primo a stupirsi di questi dati è proprio il Direttore di Winenews Alessandro Regoli, che dichiara un po’ sconcertato: “Un risultato davvero sorprendente del tutto atipico … almeno stando alle odierne dinamiche economiche. Il sondaggio è in netta controtendenza con le notizie provenienti dal mercato italiano, indicato da più parti in un fase di stagnazione, se non di calo netto nei consumi. Bisogna, poi, considerare anche attentamente l’andamento 2003, anno senz’altro problematico, stando sempre alle aziende, che avrebbe provocato una generalizzata e non piccola contrazione dei fatturati, tale da rendere il recupero del 2004 un ridimensionamento soltanto parziale”.

Non sarà allora che le aziende intervistate abbiano, un po’ per vanto un po’ per vergogna, esagerato i risultati forniti nel sondaggio?Non avrà per caso ragione Ettore Nicoletto, direttore generale del gruppo Santa Margherita, che più modestamente afferma: “Nel 2004 non mi risulta che le performance del mercato italiano siano state così brillanti, ma il nostro gruppo è soddisfatto dal punto di vista della redditività ed è molto fiducioso per il 2005, anche se i segnali del mercato sia estero che italiano non sono così vigorosi”
Non ha invece dubbi e non trema, ne’ per il passato ne’ per il futuro, Francesca Planeta contitolare dell’omonima cantina siciliana che concorda con i dati del sondaggio, spiegando che “per Planeta, i margini di crescita sono ancora ampi. Ma direi anche che Planeta si trova in una zona emergente, la Sicilia, in crescita e dall’ottimo rapporto qualità/prezzo. Per questo, il mercato accorda ancora uno spazio rilevante ai nostri vini e a quelli dell’intera Sicilia”.

Ci certo ha ragione Marco Caprai, produttore ed “inventore” del celebre Sagrantino di Montefalco che sprona tutti quanti con le sue parole: “Nel 2005 si farà di certo un po’ meglio, poiché l’economia non è, naturalmente, del tutto bloccata. I risultati del sondaggio - prosegue Caprai – vanno letti alla luce della loro incidenza sull’intero comparto-vino.
Evidentemente, le aziende che hanno lavorato e continuano a lavorare con serietà, “rimboccandosi le maniche” giorno dopo giorno, ottengono poi dei risultati. D’altra parte, come il campione delle aziende prescelto dal sondaggio fa intuire, nei momenti di crisi, il mercato finisce per premiare quelle aziende che hanno più storia, più “anzianità” di mercato e più visibilità di marchio”.

Auguri allora a tutto il vino italiano e felicitazioni per l’ottima performance del 2004, vera o presunta che sia. Un po’ di ottimismo non guasta mai!!

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli