02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Finanza & Mercati

Madrid vince con l’etichetta. L’immagine del Made in Spain applicata su tutte le bottiglie doc per sostenere il boom dell’export ... Ma quanto è dura la battaglia del vino. L’offensiva del “Nuovo Mondo” (Cile, Australia, Nuova Zelanda) ha ormai sconvolto le tradizionali classifiche: in Gran Bretagna la Francia cede una leadership cementata nei secoli. I produttori, grandi e piccoli, si danno da fare per la conquista del mercato Usa, ormai primo consumatore al mondo. E per vincere non basta produrre un buon vino al prezzo giusto. E’ sempre più questione di marketing, ammoniscono i guru del settore. E la Spagna, prima di altri, ha capito la lezione: su tutti i prodotti per l’export l’etichetta Wines from Spain affiancherà le denominazioni d’origine tradizionali, in tutto 15. Dopo le promozioni regionali si tratta ora di difendere un’immagine Paese d’eccellenza, che possa fare la differenza rispetto ai concorrenti emergenti o a quelli tradizionali come l’Italia e la Francia. Immagine confermata dal giudizio di Robert Parker, autorevole critico della rivista The Wine Advocate, secondo il quale la Spagna sta emergendo come Paese leader in termini di qualità e creatività nei vini. Per sostenere l’offensiva, l’Istituto spagnolo del commercio estero (Icex) varerà in parallelo una massiccia campagna promozionale condotta assieme a un pool di grandi imprese private con una forte vocazione all’export. Una macchina aggressiva al servizio di un settore che gode di buona salute: nei primi nove mesi del 2004 le esportazioni sono aumentate del 18,8% in volume a 10,7 milioni di ettolitri, mentre il valore dell’export è cresciuto del 6,7% oltre quota 1,058 miliardi di euro. C’è da chiedersi quanto possa pesare la mossa spagnola sulle sorti del vino di casa nostra. “la concorrenza si gioca ormai su uno scacchiere globale - risponde Stefano Cordero di Montezemolo, docente di Finanza aziendale presso l’Università di Firenze ed esperto del mercato enologico italiano. Perciò un’iniziativa di promozione internazionale come quella spagnola, se supportata dall’innovazione delle logiche produttive e da un prezzo competitivo, può avere un discreto successo”.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Pubblicato su

Altri articoli