02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Finanza & Mercati

Sulla tavola dell’estate non manchino Vermentino e Prosecco ... Il tempo, almeno nelle città del Nord, fa i capricci e il caldo estivo non è ancora arrivato. Ma la voglia di bere vini bianchi, freschi e un po’ frizzanti inizia a farsi sentire. Un po’ come il panettone a metà dicembre e le frittole a febbraio. Eppure il binomio estate-bianco è meno scontato di quel che si pensi e subisce pesantemente le mode del momento. A metà degli anni ’90, ad esempio, il rosso era assurto a “numero uno” per le sue proprietà antiossidanti. Uno studio pubblicato negli Stati Uniti sottolineava che francesi e italiani morivano in media meno di infarto dei cugini d’oltreoceano perchè abituato a bere almeno un bicchiere di rosso al dì.
Poi l’allarme crepacuore è rientrato, ed è saltata fuori un’altra mani: quella dei vini barriccati. Nettari d’uva invecchiati in botti di legno dette, per l’appunto, barrique. Carichi di odore e di struttura, come amano spiegare enologi e sommelier. Ne basta un calice per sentirsi sazi e soddisfatti. Ma per fortuna, oggi, sono i bianchi nostrani a essere tornati in auge. Pinot Grigi, Vermentini, Malvasie, Prosecchi, piacevoli da assaporare, leggeri, con una gradazione alcolica che non supera i 12 gradi se è tanto (in genere oscillano tra i 10 e gli 112). Ce lo conferma anche Zonin, una delle aziende leader italiane e nel mondo. “Australia, Cile e California, dove il barriccato è nato e si è diffuso, si sono messi a produrre vini più leggeri e fruttati, simili ai nostri” racconta Franco Zuffellato, direttore marketing & comunicazione di Zonin. L’azienda, che è presente da Nord a Sud in sette regioni d’Italia, ha un ventaglio di bottiglie molto ampio, dai bianchi siciliani “carichi” come l’Insolia, ai classici Pinot grigi del Friuli.
“Il Pinot grigio sta vivendo una stagione d’oro, e all’estero, dove esportiamo il 40% della produzione, c’è un boom incredibile”, sottolinea Zuffellato. Secondo il quale anche i prosecchi si sono affermati come un must estivo immancabile. “Questo, però, è l’anno del Vermentino”, che Zuffellato consiglia “con una grigliata di pesce” secondo la migliore tradizione mediterranea. (arretrato di "Finanza & Mercati" del 18 giugno 2005)

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Pubblicato su

Altri articoli