02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Finanza&mercati

“La vendemmia 2008 sia nnuncia più ricca e di grande qualità” ... Secondo le
previsioni della Cia si dovrebbe
registrare un
aumento produttivo tra l’8 e il 10%, in netto recupero rispetto al 2007... Vendemmia 2008 più ricca e di qualità. Questa la previsione della Cia, Confederazione italiana agricoltori, alla vigilia delle operazioni di raccolta. Una campagna che dovrebbe segnare una crescita produttiva tra l’8 e il 10% rispetto allo scorso anno, recuperando così, in parte, le perdite subite dai vigneti a causa delle avverse condizioni climatiche. Un ritorno, quindi, alla normalità dopo i raccolti anticipati delle ultime annate. “Sulle previsioni - avverte la Cia - pendono però le conseguenze, soprattutto al Nord, del maltempo delle scorse settimane. Molti vigneti, anche di pregio, hanno subito danni non certo marginali. Il quadro che, tuttavia, emerge è quello di un’Italia a due facce: nelle regioni del Nord produzione stabile, se non in lieve flessione, Centro e Sud con incrementi anche consistenti attraverso i quali si recupera l’accentuata flessione del
2007”.

Quella del 2007 è stata, infatti, la vendemmia più scarsa degli ultimi 60 anni: nel Nord, inoltre, la vendemmia dell’anno scorso verrà ricordata come una delle più anticipate degli ultimi 70 anni. Le operazioni di raccolta, in alcune zone, sono iniziate nella prima decade di
agosto, con un anticipo variabile dai 10 ai 20 giorni rispetto alla media pluriemiale. Il decremento produttivo ha avuto le sue massime punte nel Sud ed in particolare in Sicilia, dove in certe zone, si è avuto un calo anche del 55% rispetto all’anno precedente. Per trovare una vendemmia inferiore a quella del 2007 bisogna tornare al 1948 quando si produssero
40,4 milioni di ettolitri.

Nel dettaglio delle previsioni elaborate dalla Cia, in Piemonte e in Lombardia non si preannuncia una vendemmia brillante, soprattutto per i riflessi delle cattive condizioni del tempo che hanno caratterizzato le scorse settimane. Per Veneto, Trentino Alto Adige e Friuli Venezia Giulia la vendemmia sarà, invece, sugli stessi livelli dell’anno scorso. Per quanto ti guarda il Centro la vendemmia 2008 potrebbe risultare da primato. Non c’è né ritardo né anticipo nella vegetazione mentre si evince ottima la vigoria dei vigenti anche a seguito delle abbondanti piogge. Nel Sud, infine, sarà una vendemmia tutta in crescita: in particolare la Sicilia tornerà ai valori leggermente sopra la media dopo la riduzione produttiva di oltre il 29% del 2007.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli