02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

I Viaggi Di Repubblica

Calici in alto - Sardegna: Vermentino, il bianco mediterraneo ... Sicuramente durante l’estate vi capiterà di approfittare più del bianco che del rosso. E’ una concessione al minor bisogno di calorie, ma anche un’esigenza per un abbinamento più “morbido” con piatti leggeri, di pesce e di verdure. Tra i bianchi vi verrà quasi sicuramente proposto un internazionale, salvo notare una forte ascesa del Traminer aromatico e dei meridionali Greco e Fiano. E poi vi parleranno del Vermentino di Gallura, la sola Docg della Sardegna. E’ un grande bianco quello gallurese (e avremo modo di parlarne in altra occasione) ma sappiate che il Vermentino dà grandi esiti in tutta la Sardegna e che soprattutto nel sud dell’isola, sia sul versante occidentale (quello sulcitano) che su quello orientale (zona di Serdiana e dintorni), si trovano alcuni bottiglie di grande pregio. Sono più solari ed intense rispetto a quelle galluresi, con una quota (soprattutto le sulcitane) di mineralità in più e un finale agrumeto che porta via qualsiasi untuosità del palato. Hanno minor finezza ma più “materia” queste bottiglie frutto di uno dei più grandi vitigni bianchi italiani. E’ totalmente mediterraneo con sentori accennati di mimosa, di pesca, di albicocca e un finale ben sostenuto dall’acidità. E’ un vitigno “anarchico” difficile da domare che predilige terreni di sasso e di scoglio e che l’aria di mare matura conferendogli nerbo e insieme eleganza. Lo troverete, oltrechè in Sardegna, sulla costa tirrenica, ma mai sarà eguale. Insuperabile con i crostacei. Freddo è ottimo aperitivo.

I vini: Argiolas (Serdiana), Cantina di Santadi (Santadi), Pala (Serdiana), Cherchi (Ussini)

(arretrato del 18 luglio 2002)

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli