02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

I Viaggi Di Repubblica

Calici in alto - Alto Adige, il dolce incanto Gewurztraminer ... Sia consentito a chi scrive dichiarare che il Tramine Aromatico, o più correttamente il Gewurztraminer, è oggi il bianco italiano di maggior fascino. Per la bevibilità, per la poliedricità, per il rispetto – anche – che si deve a chi fa della viticoltura “eroica”, strappando alla montagna fazzoletti di terra e terrazzamenti sui quali allevare viti che dalle arie di quota ricevono in dono un bouquet di grande complessità e di altrettanto stupefacente finezza. Nei mesi estivi il Gewurztraminer è un bianco da sorseggiare ben freddo come aperitivo o da accostare ad una cucina di verdure o di mare riscoprendone la pronunciata vena aromatica. Un dolce incanto. Che ha terra d’elezione nelle valli altoatesine dove operano le cantine sociali migliori d’Europa. Vi sorprenderà con note di pescanoce, con tratti balsamici, con un che di speziato insolito nei bianchi. Ha anche discreta acidità per cui “ascoltarlo” dopo un paio d’anni dalla vendemmia non fa affatto danno. E se avete voglia di comprendere le variegate espressioni del Gewurz (ci stiamo americanizzando! Ormai chiacchieriamo per sigle!) ecco che Termeno (isola felice per questo vino) dal 16 al 18 luglio invita al quarto simposio dedicato ai traminer aromatici del mondo. Avrete modo di cogliere la felice inversione di tendenza che vuole oggi il Gewurz meno legnoso, più fresco, più immediato. Era giusto che si tornasse alla vera essenza di questa vite che ci ricorda corroboranti sensazioni alpestri, ma calde come il sole d’estate.

Le migliori aziende: S.Michele Appiano, Colterenzio, Cortaccia, Cantina di Caldaro ...

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Pubblicato su

Altri articoli